fbpx

Xiaomi affila l’arma migliore: ecco i top di gamma

Dopo aver presentato il Redmi Note 9s, probabilmente il miglior mid-range del 2020, Xiaomi ha ora tolto il velo dai top di gamma, ossia il Mi 10 e il Mi 10 Pro. E' stato anche il momento del Mi 10 Lite, la versione più economica tra i tre appena citati. Entriamo nel dettaglio e scopriamo di che tipo di device stiamo parlando

Xiaomi scatenata, ecco i Mi 10, Mi 10 Pro e Mi 10 Lite

Nata appena nel 2010, Xiaomi è sbarcata in Italia 2/3 anni fa e solo ora sta avendo successo anche tra le nostre case. La miccia che ha fatto esplodere la casa cinese è stato il rapporto qualità/prezzo dei suoi device, uno dei migliori in circolazione. Sì perché gli Xiaomi sono conosciuti in tutto il mondo per la loro affidabilità e velocità, nonostante il prezzo contenuto. Proprio per questo la casa cinese ha voluto puntare anche quest’anno su quel cavallo e circa una settimana fa ha presentato il miglior mid-range in circolazione, il Redmi Note 9s. Xiaomi ha comunque dimostrato di saper produrre degli autentici top di gamma, con il modello ‘Mi’. Dopo il successo del Mi 9 e del Mi 9 Pro, è ora sbarcato sul territorio cinese il Mi 10, con le sue versioni Pro e Lite.

Ecco le caratteristiche di Mi 10 e Mi 10 Pro

Innanzitutto bisogna dire una cosa importantissima presentando questi tre smartphone: tutti supportano la nuova tecnologia 5G. Ora partiamo dai due migliori, ossia dal Mi 10 e dal Mi 10 Pro. Entrambi montano uno schermo Amoled da 6,67 pollici (una mattonella praticamente), un processore 5G Snapdragon 865, che è il più potente di quelli prodotti da Qualcomn (una scheggia, Bolt spostati) e una fotocamera anteriore da 32 MP. Girando il telefono troviamo un sensore principale da 108 MP, che nel Mi 10 Pro è affiancato da una lente ultra-grandangolare da 20 MP e da due teleobiettivi, uno da 12 MP e l’altro da 8.

Nel Mi 10 il sensore principale è invece affiancato sempre da una lente grandangolare, ma da 13 MP, da una lente macro e da un sensore di profondità, entrambi da 2 MP. Entrambi i telefoni sono in grado di registrare video in 8K. Sì avete letto bene, due volte 4K, a quanto pare si può fare. Passiamo alla batteria, con il Mi 10 Pro che ne monta una da 4500 mAh con una ricarica veloce da 50W e il Mi 10 che ne monta un’altra da 4780 mAh con ricarica veloce da 30W. La cosa che lascia un po’ perplessi è il fatto che il Redmi Note 9s, il mid-range presentato una settimana fa, ne monti una da 5020 mAh.

Probabilmente questa differenza è dovuta alla velocità della ricarica, visto che il Mi 10 Pro è in grado di fare uno 0-100 in 45 minuti, mica male. Non una super-sportiva ma ci si può lavorare. Scherzi a parte passiamo alle ultime due informazioni, ossia ram e memoria interna. Il Mi 10 Pro monta 8 GB di ram e 256 di memoria interna, stessa cosa vale per il classico Mi 10, sul quale però si può scegliere se installare una memoria interna da ‘soli’ 128 GB. I due smartphone si possono già preordinare al prezzo iniziale di 800 euro (Mi 10) e 1000 euro (Mi 10 Pro).

La scelta economica: ecco il Mi 10 Lite

Vi eravate scordati del Mi 10 Lite, lo so. Beh io no, le tasche piangono e ci vuole una valida alternativa, decisamente più economica. Ecco arrivare in nostro aiuto questo smartphone 5G con schermo Amoled da 6,57 pollici (un po’ meno di una mattonella), quadrupla fotocamera posteriore con sensore principale da 48 MP e processore Snapdragon 765. Non è possibile preordinare questo gioiello, ma secondo quanto riportato da ANSA dovrebbe essere lanciato a breve in Italia. Il prezzo iniziale sarà di 400 euro e sarà valido per la versione da 6 GB di ram e 64 di memoria interna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui