fbpx

Xbox Series X, i creatori di The Ascent lodano la console Microsoft

Microsoft segna un punto a proprio favore nella console war. Gli sviluppatori di The Ascent hanno infatti svelato come lavorare su Xbox Series X sia estremamente facile e intuitivo

Xbox Series X, i creatori di The Ascent lodano la console Microsoft. La prossima console war si preannuncia più rovente e combattuta che mai. Le due multinazionali videoludiche si rispondono colpo su colpo, accendendo gli animi di tutti i gamers che stanno seguendo questa diatriba ormai da mesi. L’interrogativo rimane sempre lo stesso, quale postazione di gioco sarà più performante? Ebbene, nella giornata di oggi la software house svedese Neon Giant ha risposto in parte a tale domanda. Andiamo a scoprire insieme che cosa hanno detto in proposito.

Xbox Series X, l’avanguardia dello sviluppo

Secondo Neon Giant, il team nord europeo che sta creando The Ascent, sviluppare sulla prossima console Microsoft risulterebbe essere facilissimo. Alcuni membri della software house hanno infatti confessato come l’aver riadattato il lavoro sinora compiuto, alla next-gen, non è risultato assolutamente complesso, tutt’altro. Gli elementi dello staff svedese avrebbero potuto riscontrare dei problemi, visto che i dev-kit per la Series X furono inviati da Microsoft a videogioco più che iniziato. Nonostante questo la produzione del titolo ha continuato il suo decorso talmente tanto fluidamente, che molti nella Neon Giant sono rimasti sbalorditi. Un salto di qualità effettuato rispetto al passato, nel quale ogni macchina aveva delle istruzioni estremamente complesse da rispettare.

Inoltre, i ragazzi della software house, hanno affermato che la velocità dell’hard Disk di cui disporrà la Xbox Series X è talmente performante da avergli permesso di focalizzarsi sugli aspetti più creativi del videogioco. Ricordiamo infine come Microsoft abbia voluto fortemente The Ascent in esclusiva temporanea. Chris Charla e Agostino Simonetta, due membri appartenenti allo staff della multinazionale statunitense, videro il succitato titolo in demo e ne furono colpiti a tal punto da contattare e convincere i membri della Neon Giant a sviluppare in primis il loro prodotto sulla prossima console statunitense. Insomma, davvero uno sposalizio che ha convinto entrambe le parti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui