fbpx

Xbox Series X e quella retrocompatibilità che fa paura a Sony

Quanto Xbox Series X sarà davvero retrocompatibile? A svelarcelo è direttamente colui che dirige il team di sviluppo della prossima console Microsoft, Mr. Jason Ronald

Xbox Series X e quella retrocompatibilità che fa paura a Sony. Tutti i gamers del mondo stanno fremendo per avere informazioni sulle prossime console che andranno a riempire l’angolo di intrattenimento dedicato allo svago videoludico. Le postazioni di gioco del futuro promettono davvero bene, ma non possiamo dimenticare cosi in fretta la mole enorme di titoli che ci hanno accompagnato per questa lunghissima generazione.

La retrocompatibilità, è sempre risultata un’opzione poco rispettata dalle grandi aziende del settore, troppo impegnate a pubblicizzare e commercializzare nuovi prodotti, per pensare a quelli vecchi. Questa volta però le cose cambieranno, soprattutto in casa Microsoft. Nella multinazionale americana infatti, ci sarà un’attenzione certosina per questa tipologia di dettagli. Andiamo dunque a scoprire le novità uscite nella giornata di oggi a riguardo!

Spazio alla retrocompatibilità per Xbox Series X

Il discorso della retrocompatibilità per Xbox Series X aveva già attirato l’attenzione di molti. Si era capito dalle varie indiscrezioni, come la prossima console nata a Redmond avrebbe supportato una mole di videogiochi pazzesca. Bene, nella giornata di oggi, Jason Ronald, è tornato a parlare di questo argomento, svelando diversi e succulenti dettagli. Il manager ha da prima voluto evidenziare la passione e la volontà di Microsoft nel conservare la memoria di tutti quei titoli a cui ci siamo appassionati negli ultimi anni, per poi incensare il lavoro fatto dal team di sviluppo che ha trattato la retrocompatibilità su One.

Lo statunitense ha spiegato come la Series X disporrà di una tecnologia talmente avanzata da potenziare la resa dei vecchi prodotti. Ronald ha infatti rivelato che la nuova Xbox potrà aumentare i framerate di quei videogiochi che giravano intorno ai 30-60 fps, elevandoli addirittura a 60 fps stabili fino ad un picco di 120 fps massimi. Insomma, sembra proprio che Microsoft abbia incentrato il proprio franchise su di un mood davvero aggressivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui