fbpx

Smart Working: le migliori piattaforme per le videochiamate

L'obbligo di barricarsi in casa per quasi un mese ha causato un utilizzo più massiccio dei software e delle app per le videochiamate. Ma quale scegliere?

Il mantra #iorestoacasa è la nuova preghiera italiana ormai, ed in questo contesto si cercano soluzioni digitali per sostituire temporaneamente la mancanza di contatti diretti, e anche il lavoro in ufficio.

Il trend dello smart working e non solo

Con le nuove limitazioni imposte dal governo italiano sulle routine dei cittadini, tutti stanno imparando a sfruttare al massimo le meraviglie del web. Dalle scuole che si adoperano per far studiare gli alunni con strumenti di didattica online agli uffici digitali creati per attivare il tanto discusso smart working. Fino ad arrivare ai giovani e non solo, che per rimpiazzare le uscite di gruppo e i continui contatti con amici e dolci metà sfruttano le app per videochiamarsi.

La scelta tra una piattaforma ed un’altra dipende essenzialmente dallo scopo del suo utilizzo. Non sarebbe perfettamente ottimale utilizzare Messenger per una riunione di lavoro che prevede anche delle slide da seguire. Per cui individuiamo le migliori piattaforme per uno smart working efficace ed efficiente in base alle esigenze e le app che potrebbero servire in famiglia.

Come lavorare da casa online

Microsoft Teams

In sostituzione a Skype for Business, Microsoft Teams è un software di collaborazione online che offre chat di gruppo, videoconferenze, videochiamate e condivisione di documenti. Tutte queste funzioni utilissime per lavorare da casa piazzano questo prodotto offerto dal team Microsoft tra i più utilizzati in azienda. Dà anche la possibilità di creare attività e pianificare appuntamenti. Puoi formare dei team che lavorino autonomamente sui tasks e collaborino mediante condivisione di file, evitando di ammassare tutto in un unico blocco.
Il software è gratuito e scaricabile dal sito Microsoft ma le funzioni più avanzate possono essere sfruttate solo mediante un abbonamento mensile a Office 365, che varia tra 10,50€ e 19,70€ sulla base delle opzioni scelte.

Google Hangouts Meet

Una concorrente famosa alla precedente è la piattaforma per videoconferenze di Google, cioè Google Hangouts Meet. La piattaforma ha libero accesso per i possessori di un account G Suite anche se è prevista la possibilità di far partecipare esterni e funziona sia da desktop che da mobile. Non necessita di installazione ed integra perfettamente il pacchetto completo dei tool di Big G come Gmail, Doc, Drive e Calendar.
Inoltre, i contenuti degli stream audio e video sono criptati. Insomma, una piattaforma facile ed intuitiva per lavorare da casa in totale autonomia o in team.
Google da la possibilità di provarla per 14 giorni free e poi offre tre piani di abbonamento in base alle necessità degli utenti e delle funzioni richieste, con tariffe pari a 4,68€, 9,36€ e 23€.

Zoom Cloud Meetings

Tra le piattaforme web più usate e più efficienti troviamo anche Zoom Cloud Meetings, utilissima per riunioni, videochiamate, webinar e attività lavorative in team da remoto.
Con Zoom non è necessario avere una rubrica interna: si possono invitare i partecipanti tramite la casella di posta o con i servizi di messaggistica istantanea come Whatsapp, Telegram, Messenger.
Consente la condivisione dello schermo in videoconferenza e dispone di un pacchetto con tools integrati che permettono la condivisione di file ed il lavoro in team.
La versione base è totalmente gratuita, mentre per i piani avanzati sono previsti gli abbonamenti mensili di 13,99€ e 18,99€.

Le app di messaggistica con cui videochiamare

Se la tua necessità è semplicemente quella di vedere il fidanzato/a che non può venirti a trovare o sentire i genitori perché sei uno studente fuorisede, hai a disposizione diverse piattaforme per videochiamare chi vuoi con una semplice connessione internet.

Le funzioni di queste app sono pressocchè identiche tra loro. Videochiamate online con i tuoi contatti, salvati in rubrica o in app. Si richiede chiaramente il possesso di un proprio account per accedere al servizio. Infatti, le applicazioni più diffuse sono Whatsapp, Messenger, Instagram, Telegram, che poi sono anche quelle più utilizzate per la messaggistica.
Microsoft propone anche Skype, web app e app mobile che offre la possibilità di chiamare e videochiamare i propri contatti mediante il personale account di Microsoft, ma per qualche motivo sconosciuto resta più utilizzata da professionisti.
In contropartita, Google promuove Google Duo, che possiede lo stesso funzionamento delle sopracitate e per gli utenti Android si trova già preinstallata sullo smartphone.
Infine, troviamo FaceTime, valida solo per gli utenti iOS. Questa funzione è integrata sui dispositivi della mela più famosa al mondo e permette di effettuare chiamate e videochiamate con i contatti in rubrica. Adesso sei pronto per sfruttare al massimo al potenza del digitale!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui