fbpx

Skype prova a sfruttare il disastro di Zoom: ecco Meet Now

Dopo la bufera targata Zoom, Skype sta cercando di recuperare terreno e il software Meet Now potrebbe essere l'arma giusta

Zoom nei guai, Skype prova il contropiede

In queste settimane su Zoom sono piovute tantissime accuse, addirittura difficili da ricordare. Inizialmente la piattaforma statunitense cedeva dati ‘involontariamente’ a Facebook. Poi sono state decifrate centinaia di password anche in quel caso è stato un ‘errore’. Successivamente si è scoperto che l’amministratore della videochiamata poteva vedere l’indirizzo IP degli altri interlocutori e, per concludere in bellezza, nelle ultime ore Zoom è stata accusata di vendere dati alla Cina. Una bufera totale, che sta completamente condannando Zoom, e rendendo diffidenti gli utenti anche verso le altre piattaforme, come è naturale che sia. Ora le persone hanno paura di inserire dati personali per registrarsi su altre piattaforme. Skype ha capito il problema e l’ha risolto con Skype Meet Now.

Skype Meet Now ed Hangouts Meet protettori della privacy

Cos’è questa nuova piattaforma? L’ennesimo software di video-chiamate che non userà mai nessuno? Non esattamente. Si tratta di uno Skype senza registrazione, per parlare in modo molto schietto. Con Meet Now si può accedere con un link per lanciare una chiamata o per partecipare ad un invito. Si tratta di una web app che non necessita di download e di registrazioni, un link e via. Un meccanismo simile in realtà è stato presentato dai creatori di Hangouts Meet qualche tempo fa. L’amministratore della video-chat invia un email a tutti i partecipanti con un link tramite il quale accedere. Semplice, intuitivo e soprattutto sicuro. Una sicurezza che fino ad ora Zoom ha fatto mancare ai propri utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui