fbpx

PlayStation 5, ecco cosa si è visto nell’evento madre targato Sony

Sony ha finalmente svelato la PlayStation 5. Oltre alla nuova console, la multinazionale nipponica ha mostrato tantissimi trailer di videogiochi davvero interessanti. Andiamo a fare un sunto di tutto quello che lo show ha proposto

PlayStation 5, ecco cosa si è visto nell’evento madre targato Sony. Dopo tanto trepidare, finalmente, Sony ha mostrato al grande pubblico un scorcio di futuro. La multinazionale giapponese, ha infatti mandato in onda alle 22.00 italiane il proprio evento madre. Nello show, durato poco più di un’ora, sono stati svelati tantissimi videogiochi ed il fatidico design di PlayStation 5. Noi di Smartopic abbiamo seguito il tutto in diretta per voi, ed ecco quindi cosa ha maggiormente cattura la nostra attenzione.

Settantacinque minuti di puro intrattenimento videoludico

C’è innanzitutto da fare una premessa doverosa. L’evento di ieri sera era stato presentato come uno show nel quale si sarebbe intravista la potenza di PlayStation 5. I videogiochi svelati avrebbero quindi dovuto sfruttato l’engine della prossima console nipponica a pieni giri. Eppure quelli mostrati, sono stati titoli che tecnicamente potrebbero tranquillamente funzionare sulle macchine dell’attuale generazione. Elencata la parte dolente del discorso, possiamo di contraltare, affermare che Sony abbia scelto la strada della qualità, selezionando numerosi prodotti di ottima resa visiva e schierandoli uno dopo l’altro, creando cosi, circa 75 minuti di puro intrattenimento ludico.

L’evento è dunque iniziato con un breve video del nuovo Spider-Man: Miles Morales, che ricordiamo sarà esclusiva assoluta di PlayStation. Da questo, si è poi passati ad un altro titolo che vedrà la luce unicamente sulla postazione di gioco giapponese, ossia Ratchet & Clank: Rift Apart. Il famosissimo action platform con protagonista una specie di volpino alieno ed il suo amico fidato robot, ha stupito in quanto si è mostrato non solo tramite un semplice trailer in computer grafica, ma con vero e proprio spezzone in-game, grazie al quale abbiamo potuto osservare diverse meccaniche del prodotto. Si è capito come il tempo ed i viaggi interdimensionali avranno una parte fondamentale nelle dinamiche del gameplay che sarà quindi vario e dinamico.

Quando il gioco si fa duro..

L’evento di presentazione per PlayStation 5 è stato diviso molto intelligentemente da parte di Sony, che ha deciso di intervallare videogiochi riconosciuti mondialmente, ad altri che facevano il loro esordio sul grande palcoscenico per la prima volta. L’esempio perfetto di questa affermazione è rappresentato dall’alternanza tra Sackboy A Big Adventure, il titolo che riporta su console finalmente le vicende del mitico pupazzo di pezza che ha tanto avuto successo con la serie di The Little Big Planet, e Project Athia, un titolo misterioso, intrigante, sviluppato da una software house che in questo settore equivale ad una certezza, la Square Enix.

Dopo di ciò, abbiamo intravisto il ritorno sulla scena di due vecchie conoscenza, quello di Oddworld: Soulstorm, storico platfom che segue le avventure del simpatico alieno Abe e quello di Demon’s Souls, riadattamento del primo action sviluppato su PlayStation 3 da From Software. Tra i videogiochi che hanno catturato la nostra attenzione, abbiamo poi notato un quartetto davvero interessante: Kena: Bridge of Spirits e Little Devil Inside, entrambi Hack e Slash, Deathloop, stiloso FPS targato Bethesda ed infine GhostWire: Tokyo, una follia tutta made in Japan.

Il meglio si tiene sempre per la fine

Nello show, abbiamo dunque visto una serie di videogiochi davvero interessanti. Già ma le killer application dove diavolo sono? Bene Sony ha deciso di farci attendere a lungo per mostrarcele, piazzando nel finale del proprio evento una doppia coppia da urlo! E’ infatti stato prima il turno di un breve ma intenso video inerente Resident Evil 8: The Village, nel quale abbiamo potuto osservare diversi elementi che comporranno il nuovo presunto capolavoro Capcom. Dopo di questo, si è finalmente palesato il tanto atteso secondo capitolo di Horizon Zero Dawn 2: Forbidden West. Due reveal da rimanere a bocca aperta, ma lo show non era ancora finito!

Non poteva infatti, mancare all’appello la protagonista assoluta della serata, la PlayStation 5. La nuova console, si è dunque mostrata a conclusione dello show con un trailer che ha catturato la macchina dalle varie angolazioni. Come per il pad, in PS5 prevarrà il colore bianco, con qualche elemento nero che farà da contrasto. Dal punto di vista estetico, la postazione di gioco ci è risultata davvero elegante, perfetta per essere posizionata verticalmente sul mobile di casa che accoglie la TV. Insomma, nel finale possiamo affermare come Sony non abbia probabilmente voluto sciorinare tutta la vera potenza di PlayStation 5, garantendo comunque agli utenti, uno show godibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui