in

L’importanza delle reti 5G e la loro sicurezza ai tempi dell’emergenza

L'importanza delle reti 5G e la loro sicurezza ai tempi dell'emergenza
L'importanza delle reti 5G e la loro sicurezza ai tempi dell'emergenza

L’importanza delle reti 5G e la loro sicurezza ai tempi dell’emergenza. Il Presidente del Copasir, Raffaele Volpi, ha voluto parlare dell’importanza delle reti 5G e della loro sicurezza, soprattutto vista l’emergenza che tutto il mondo sta attraversando con il Coronavirus. “Sul 5G penso sia arrivato il momento di assumere una posizione chiara. E’ il momento della responsabilità e di dare un indirizzo politico alla questione. Il decisore dovrebbe fare il decisore adesso. Ci sarebbero evidenze chiare e fatti segretati sull’ingresso di aziende cinesi nell’installazione, configurazione e mantenimento delle infrastrutture 5G. Questo non è solo il mio pensiero, ma di tutto il comitato all’unanimità”.

Volpi avrebbe risposto anche alle dichiarazioni del Direttore Generale del Dis, Roberto Vecchione, a DigitEconomy.24: “Il concetto di sicurezza nazionale non è interpretabile. E’ la sicurezza nazionale, non si tratta di dilatare o non dilatare. Non si tratta neanche di avere pregiudizi nei confronti dei cinesi. La Cina che stiamo vivendo in questi giorni è già molto diversa da quella vissuta un mese fa. Tutte le infrastrutture, dalle reti alle antenne, sono legate a un dato di sicurezza nazionale“.

Tecnologia 5G, la posizione dell’Italia e dell’Unione Europea

Per Raffaele Volpi il settore 5G non va spiegato solamente con dati economici. Non ci sarebbe solo l’obiettivo di dover realizzare le reti, mentre nel giro di 6-7 mesi potrebbe essere ridotto il gap tecnologico con la Cina a riguardo. “Il piano dell’Unione Europea sul 5G è molto ampio e generico. L’Italia, invece, dovrebbe guardare alle proprie esigenze. L’Europa deve essere protagonista. Serve la politica, e la politica è fatta di decisioni”.

Huawei e Zte hanno chiesto di essere risentiti, ma noi del Copasir non ne abbiamo bisogno. Noi abbiamo un rapporto fiduciario con il Parlamento. Poi però a decidere è il Presidente del Consiglio, con tutti gli strumenti che gli vengono affidati. Abbiamo stilato un rapporto e la nostra indagine si è conclusa lo scorso dicembre. Abbiamo deciso di riconvocare il Premier Giuseppe Conte, ci deve dire cosa pensa della questione. Il 5G sarà utilizzato soprattutto da grandi banche ed industrie, dobbiamo poter controllare la rete per poter controllare anche i dati. Dobbiamo capire come difendere i dati immateriali, spesso ottenuti con il nostro consenso“.

What do you think?

Written by Gianluca Lucini

Sono un'aspirante giornalista pubblicista. Amo il calcio e tifo Milan. In precedenza ho collaborato con altre testate giornalistiche, quali SoccerMagazine.it e Footballnews24.it. Suono la fisarmonica e amo il mondo della ristorazione (a tempo perso faccio il cameriere in alcuni ristoranti).

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Uomo positivo al Coronavirus fermato in strada: rischia 21 anni di carcere

Uomo positivo al Coronavirus fermato in strada: rischia 21 anni di carcere

Coronavirus, ecco i servizi gratuiti da sfruttare in questo periodo

Coronavirus, ecco i servizi gratuiti da sfruttare in questo periodo