fbpx

Animal Crossing: New Horizons stupisce persino Nintendo

Nintendo sta stupendo il mondo intero con gli incassi ottenuti grazie ad Animal Crossing New Horizons, simulatore che ha superato, in poche settimane, una quota di utenti impressionante

Animal Crossing: New Horizons stupisce persino Nintendo. Nell’attuale momento storico, l’attenzione dei gamers è totalmente rivolta alla faida videoludica tra Microsoft e Sony. Le due multinazionali a fine anno debutteranno sul mercato con la propria console di nuova generazione. Queste, stando ai dati e ai componenti che le struttureranno, dovrebbero toccare uno standard qualitativo che non si era mai visto prima. E’ dunque ovvio come gli occhi del mondo intero, siano puntanti quasi unicamente su Xbox Series X e PlayStation 5.

Già, ma in questo discorso non vi sembra che manchi qualcuno di importante? Quel terzo incomodo che in realtà rappresenta davvero un pezzo storico di questo settore. Se non lo avete ancora capito, stiamo parlando di mamma Nintendo, l’azienda nipponica che attualmente pare non abbia intenzione di produrre una nuova postazione di gioco. Le motivazioni? Magari, perché i titoli tutt’ora in commercio sulla Switch stanno fruttando una tale quantità di denaro da non richiedere ulteriori investimenti.

Animal Crossing: New Horizons, sbanca il mercato, oltre 13 milioni di copie vendute

Nintendo ha da sempre potuto contare sulla forza delle idee piuttosto che sulla forze bruta dei componenti all’interno delle varie console. La multinazionale giapponese, vanta innumerevoli titoli in esclusiva che farebbero una gola spacciata alle rivali. Uno di questi è senza ombra di dubbio Animal Crossing. Il simulatore di vita più famoso di sempre è uscito con un capitolo inedito, New Horizons, poco più di 2 mesi fa, facendo registrare dei numeri da capogiro.

Le vendite hanno infatti superato a dismisura le aspettative di chiunque e persino Shuntaro Furukawa, presidente della Nintendo, ha parlato ai propri azionisti rivelando come le copie distribuite in questo breve lasso di tempo, abbiano già coperto il target di un anno intero. Il tutto è ancora più sorprendente, se si pensa poi al momento storico e alle tante difficoltà create dal Coronavirus. Insomma, il solito capolavoro targato grande N!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui