fbpx

Coronavirus, la Bugatti dona computer per scuola online in Alsazia

Coronavirus: la Bugatti, in collaborazione con la Fondation Passions Alsace e Librairie LDE, dona 120 computer alle scuole dell'Alsazia per garantire l'istruzione in questo periodo di crisi dovuto al Covid-19

Coronavirus, la Bugatti dona computer per scuola online in Alsazia. Bel gesto della Bugatti, casa automobilista francese, in tempi di Coronavirus. La società fondata nel lontano 1909 dall’italiano Ettore Bugatti, infatti, sarebbe andata in sostegno delle scuole francesi. Come riportato dall’Ansa, la Bugatti avrebbe comunicato che il Covid-19 e le misure per contenerlo avrebbero avuto un impatti senza precedenti nella storia della società. Ogni persona starebbe organizzando nuove abitudini e stili di vita nel rispetto delle varie leggi che i Governi stanno varando in questo periodo. I giovani, invece, in sicurezza devono continuare nel loro processo di educazione scolastica.

Così, visto che la scuola online potrebbe essere possibile solo con strumenti adatti, che non tutti i bambini potrebbero permettersi, ecco la bella iniziativa della casa automobilistica francese. La Bugatti, infatti, avrebbe deciso di donare 120 computer in Alsazia, distribuiti grazie agli sforzi congiunti di Fondation Passions Alsace e Librairie LDE. I computer saranno acquistati da diversi fornitori in Francia ed il pacchetto comprenderà tastiera, CPU e monitor. Tutte le unità saranno organizzate negli stabilimenti LDE.

Coronavirus, la Bugatti in aiuto delle scuole: donati 120 computer per i bambini dell’Alsazia

In questo momento LDE sta offrendo una piattaforma online gratuita per creare classi che diano continuità al processo di istruzione dei bambini. Christophe Piochon, Direttore Generale della Bugatti e membro del Consiglio di Amministrazione per la Produzione e la Logistica, avrebbe rivelato come le regioni nel nord est della Francia siano state tra le più colpite da Coronavirus.

Per Piochon andrebbero si accettati dei tagli in una situazione così drammatica, ricordando però che qualcuno è stato colpito più di altri. I bambini sarebbero il futuro delle Nazioni. Così queste dovrebbero accertarsi che possano uscire dalla crisi dovuta al Covid-19 con lo strumento giusto nelle loro mani. E l’unico strumento che possa aiutare un bambino, secondo Piochon, non può che essere l’educazione scolastica.

Ti potrebbe interessare anche… Bonetti: “Nella fase 2 i bambini dovranno indossare mascherine e guanti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui