fbpx

Coronavirus, Cagliari: i giocatori rinunciano a parte dello stipendio

In molte squadre sembrano aver accolto la proposta di rinunciare a parte dello stipendio, e così alcuni giocatori portano le proprie richieste ai presidenti. Il Cagliari ne è l'ultimo esempio

Coronavirus, Cagliari: i giocatori rinunciano a parte dello stipendio. Ha parlato così Giulini, presidente del Cagliari Calcio, ospite di un’emittente tv locale di nome Videolina: “Sono stati alcuni giocatori e tesserati a cercarmi per chiedere in che modo poter dare una mano e tutti hanno mostrato un grande senso di responsabilità e appartenenza rinunciando a una mensilità. Questo ci aiuta a coprire le perdite, esclusi i diritti televisivi perché speriamo di poter recuperare le partite”. Gli aiuti arrivano direttamente dai giocatori che si rendono conto della situazione e cercano di aiutare i propri club in difficoltà.

Molti gli esempi

Sono ormai molti gli esempi dei calciatori che propongono il taglio al proprio stipendio. L’esempio più eclatante è quello arrivato da Torino. I giocatori della Juventus hanno infatti deciso anch’essi di tagliarsi lo stipendio, come riportato negli scorsi giorni. Una precisazione andrebbe ricordata. Gli stipendi non sono stati tagliati, quanto invece spalmati lungo il corso del tempo restante di contratto. Intanto da quanto riportato anche da Gazzetta dello Sport sia l’allenatore interista Antonio Conte che la stessa squadra nerazzurra concordino tutti a ridursi parte dello stipendio, per far fronte insieme alla società a questa emergenza. I dettagli non sono ancora resi noti, ma sicuramente arriverà a breve la conferma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui