fbpx

Morto John Peter Sloan a 51 anni, il comico inglese che insegnava all’Italia

Morto a 51 anni in Sicilia il comico tv inglese John Peter Sloan. Dalla nascita soffriva di crisi respiratorie: il nativo di Birmingham è deceduto nella notte in ospedale

Morto John Peter Sloan a 51 anni, il comico inglese che insegnava all’Italia. E’ morto nella sua casa di Menfi, in provincia di Agrigento, John Peter Sloan: aveva 51 anni ed era conosciuto in Tv in qualità di attore e comico di Zelig. Sloan, infatti, era famoso per le sue lezioni di inglese agli italiani. Da 5 anni viveva nel piccolo comune siciliano. Il comico sarebbe morto a causa di una grave crisi respiratoria, di cui soffriva sin da bambino. Ha lasciato la compagna, Asia, di ben 28 anni più giovane. L’annuncio, come riportato da La Stampa, della sua agente, Stefania Milanesi.

Quest’ultima, infatti, avrebbe riferito che Sloan aveva un’enfisema e la sera del decesso, dopo un aggravamento, era stato trasportato in ospedale, dove ha poi perso la vita. L’inglese era arrivato in Italia nel 1990, fondando un gruppo rock chiamato The Max. La band è rimasta attiva fino al 2000, quando Sloan ha visto la nascita della figlia Dhalissia. Si è così improvvisato professore di inglese, creando poi scuole a Milano e Roma, con metodi rivoluzionari e tutti suoi.

Morto John Peter Sloan: l’inglese, 51 anni, è apparso in programmi tv come Zelig, Verissimo, Amici e La Vita in Diretta

Nel 2007 entra a far parte del mondo Zelig, con spettacoli educativi e commedie esilaranti in inglese. John Peter Sloan, in tv, è apparso anche in altri programmi, quali “Verissimo”, “Amici” e “La vita in diretta”. Anche lo Sloan Square, locale in cui si possono degustare birre gustando spettacoli in lingua, avrebbe la sua firma. L’inglese, inoltre, era un grande amante degli animali. La sua intenzione, infatti, era diventata quella di riuscire a salvare tutti i cani abbandonati in Sicilia.

Per il nativo di Birmingham, gli italiani erano troppo perfetti. Lui, invece, aveva spesso dichiarato che gli piaceva il rischio, di sbagliare. Questo infatti gli permetteva di divertirsi ma, allo stesso tempo, anche di imparare nuove cose. A dare la notizia della sua scomparsa, sul noto social network Facebook, sono stati i colleghi Herbert Pacton e Maurizio Colombi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui