fbpx

Jurassic Park III clamorosamente sbugiardato da una ricerca scientifica

Il Dr. Nizar Ibrahim ha pubblicato il suo studio inerente lo Spinosauro, rivelando come la trama di Jurassic Park III si basi fondamentale su di un errore piuttosto evidente

Jurassic Park III clamorosamente sbugiardato da una ricerca scientifica. La fantasia difficilmente coincide con la scienza. La prima è frutto di un’umana immaginazione, la seconda è schietta, razionale e si basa su studi approfonditi. E’ dunque logico poter affermare che l’una escluda l’altra. Nel mondo del cinema però, questi due fattori spesso e volentieri vengono a contatto, creando delle ambiguità visibili a chiunque. Prendete il caso di Jurassic Park ad esempio.

Spielberg e i suoi successori hanno fatto un lavoro eccezionale con i modelli dei dinosauri. Tuttavia, il comportamento e la natura di alcuni di essi, potrebbero essere stati completamente travisati nelle pellicole. A confermare tale ipotesi ci ha pensato uno studio scientifico uscito nella giornata di oggi, che sbugiarda clamorosamente il lungometraggio, precisamente il terzo, dedicato al parco naturale più violento e antico di sempre.

La trama di Jurassic Park III si basa su un errore clamoroso?

Se ricordate bene la storyline di Jurassic Park III capirete al volo di cosa stiamo parlando. La trama, per i più smemorati, si dirama tutta intorno al ritrovamento di un bambino e del suo padrigno, spariti misteriosamente su Isla Sorna, una location straordinariamente bella quanto letale. I protagonisti del film ovviamente se la devono vedere con numerosi pericoli, ma quello che più attenta alla loro vita è un bestione cosi grosso da bullizzare persino il famigerato T-Rex, lo Spinosauro.

Proprio quest’ultimo è finito al centro di una discussione accesa dal Dr. Nizar Ibrahim, paleontologo che ha pubblicato una scoperta sensazionale sulla rivista Nature. Lo scienziato ha svelato come il dinosauro in questione, lo Spinosauro per l’appunto, sia stato fondamentalmente un animale marittimo, che amava braccare le proprie prede sott’acqua. Raramente dunque la creatura usciva dal proprio habitat naturale. Questo conseguentemente sconfessa Jurassic Park III e tutte le scene nelle quale il predatore viene riprodotto prettamente come cacciatore terrestre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui