fbpx

J.K. Rowling, la Warner Bros si schiera contro la scrittrice di Harry Potter

Non si placa l'ondata di indignazione provocata dal messaggio ironico nei confronti della comunità transgender postato qualche giorno fa dall'autrice di Harry Potter, J.K. Rowling. Oggi persino la Warner Bros ha preso le distanze dalla scrittrice

J.K. Rowling, la Warner Bros si schiera contro la scrittrice di Harry Potter. Negli scorsi giorni, il mondo del web si era scandalizzato a causa delle parole postate sul proprio account Twitter della nota scrittrice britannica, J.K. Rowling. L’autrice di Harry Potter, aveva infatti ironizzato sull’universo dei transgender, scatenando di conseguenza un’ondata di disapprovazione, arrivata da tutti coloro che difendono i diritti di scelta. Il dissenso per ciò che è stato pubblicato ha toccato davvero vette elevatissime, tant’è che ancora oggi l’argomento tiene banco. La celebre Warner Bros, ha infatti sentito il bisogno di esprimere il proprio pensiero, distaccandosi automaticamente dal concetto espresso frettolosamente dalla Rowling.

La Warner Bros distende una mano per la comunità trans mentre la Rowling si difende

Nel ventunesimo secolo può sembrare davvero bigotto, leggere ancora commenti discriminatori nei confronti di razze etniche o generi sessuali. Eppure la Rowling è cascata sulla cosiddetta buccia di banana, attirando su di se, l’ira di tantissime persone. Questo ha costretto Warner Bros, la celebre casa produttrice di tantissime pellicole tra cui ovviamente sono presenti le riproduzioni cinematografiche dedicate ad Harry Potter, a dover emettere un comunicato stampa. La nota azienda statunitense ha affermato come le diverse culture presenti in tutto il mondo, sono fondamentalmente la forza che permette allo spettacolo di andare avanti e che ogni comunità deve essere compresa e caldeggiata a livello empatico.

Nella giornata di ieri, erano arrivate persino le parole di Daniel Radcliffe, uno che deve molto ai romanzi della scrittrice britannica. L’attore, che ha prestato il suo volto al maghetto nemico di Voldemort, si è voluto gettare nel polverone, dichiarando come le donne transgender, siano donne al 100%. In tutto questo la Rowling ha deciso di rispondere per le rime, pubblicando oggi un altro post, ben più lungo di quello incriminato, nel quale ha cercato di chiarire la sua posizione per poi confessare persino di essere stata vittima da giovane di abusi sessuali. Insomma una storia che poteva davvero essere evitata!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui