fbpx

Curon, Netflix: fenomenologia dello Stranger Things italiano

Da poche settimane sul catalogo di Netflix fa capolino Curon, una serie thriller fantasy made in Italy che strizza l'occhio alle acclamate serie tv americane

Curon, Netflix: fenomenologia dello Stranger Things italiano. Un campanile che emerge da un lago, un paesino sempre buio e piovoso e qualche storia di fantasmi. Se dovessimo descrivere brevemente Curon queste sarebbero le caratteristiche principali. Un cast e una sceneggiatura tutta Made in Italy che però richiama molto le serie tv come Dark e Stranger Things. Curon Venosta esiste realmente in Alto Adige e le riprese hanno fatto tappa anche a Bolzano e sui laghi di Cadaro e San Felice. Nel film gli effetti speciali sono abbastanza presenti ma non ai livelli di vero horror: fantasmi che emergono dal lago, luci che vanno via e vengono, voci in lontananza ma nulla di più. Il set ricorda molto quello di Twilight: boschi, nebbia e lupi.

Curon, trama e personaggi: intrighi, malefici e misteriose scomparse

Come nelle migliori trame horror, tutto inizia con un flashback: Anna Raina (Valeria Bilello), la protagonista, ricorda un episodio brutto della sua infanzia o crede di ricordarlo; forse è un sogno. Lei impaurita che vede una sua sosia uccidere la mamma. Si ritorna al presente: Anna con i suoi figli gemelli, Mauro (Federico Russo) e Daria (Margherita Morchio), scappano da Milano per tornare a Curon, paese d’origine della mamma. Negli anni ’50 la vecchia cittadina di Curon venne rasa al suolo per costruire una diga, costringendo ad una piccola lotta civile tra la parte italiana della popolazione e quella austriaca. La famiglia Raina è stata la fautrice del progetto e, per questo, odiata da buona parte della città.

L’arrivo di Anna e i suoi figli non passa inosservato. Il papà di Anna, Thomas (Luca Lionello) non vuole che si fermino nell’albergo di famiglia. Anna però ha già segnato i ragazzi a scuola e, alla fine, restano. Durante una festa tra adolescenti, Anna scompare nel nulla. I figli iniziano a cercare nei boschi, scoprendo vecchie storie e delle verità scomode. Nel paese i sospetti si concentrano sui nuovi arrivati, che però scoprono ben altre facce della realtà.

Curon, cosa si cela dietro la serie Tv Netflix che ha già sbancato in Italia e all’estero

Dopo meno di una settimana, Curon è tra le prime serie tv viste in Italia su Netflix ma è stata apprezzata anche in Germania, Sud America e Stati Uniti. La prima serie di sette puntante, sembra orientarsi più sul genere teen-drama che non horror-fantasy come sembrerebbe dapprincipio. Amori non corrisposti, litigi generazionali e voglia di evadere prendono il sopravvento sulla trama che, a volte, sembra perdere colpi lasciando qualche buco narrativo. Nel film, si parla di una legenda, quella dei due lupi che vivono dentro di noi, ma non viene mai spiegata la genesi di questa storia. Inoltre, il campanile del lago, suona solo in punto di morte, ma anche qui mistero su come nasca questa legenda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui