fbpx

Alberto Sordi Segreto, in uscita il libro sul grande attore romano

Alberto Sordi, nel Centenario dalla sua nascita uscirà il libro a lui dedicato Segreto. Tanti gli aneddoti, dalla gelosia di Verdone al rapporto con Manfredi passando per la politica

Alberto Sordi Segreto, in uscita il libro sul grande attore romano. Il 30 marzo uscirà in versione digitale il libro dedicato al grande attore romano Alberto Sordi, chiamato Segreto. Lo farà in occasione del centenario dalla nascita (Alberto Sordi era nato il 15 giugno 1920 a Roma). Il libro da 242 pagine, disponibile anche in e-book, vanta la prefazione di Gianni Canova, mentre è stato scritto dal cugino dell’attore ed ex voce storica del Comunicattivo su Radio 1, Igor Richetti, che parla dei contenuti del libro. “Alberto Sordi non recitava mai ruoli politici, diceva che quelli erano già loro degli attori. Ricevette diverse proposte per entrare in politica, tra le quali quella della Democrazia Cristiana per fare il Sindaco a Roma negli anni ’50, ma declinò“.

“Ebbe il rimpianto di non essere mai stato candidato agli Oscar. Non aveva un buon rapporto con Nino Manfredi. Se Alberto era definito avaro, infatti, Nino era tirchio, e questo aneddoto è stato confermato anche da Pippo Baudo. Sordi frequentava gli orfanotrofi ed aveva adottato a distanza almeno dieci bambini. Ebbe una relazione con la contessa Patrizia De Blank ed aveva sempre affermato che la sua villa dovesse diventare un orfanotrofio, mentre invece è diventata un museo. Diversi sono gli aneddoti e le testimonianze presenti nel libro. Fece anche un film con Verdone, ma rivelò di non essersi sentito a suo agio perché Carlo, che era anche il regista del film, aveva paura di sentirsi oscurato da Alberto Sordi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui