fbpx

Regione Calabria, tornano i vitalizi per i consiglieri, Di Maio: “è surreale”

La Regione Calabria ha reintrodotto i vitalizi per i consiglieri regionali anche per un solo giorno di presenza. Di Maio: "è surreale"

Regione Calabria, tornano i vitalizi per i consiglieri, Di Maio: “è surreale”. L’Italia è in piena crisi economica e sociale: le aziende affondano tra debiti e dubbi sulle riaperture, i lavoratori non vedono la cassa integrazione da mesi e la situazione sta per esplodere. Ma nel Consiglio Regionale della Calabria il pensiero unico è stato quello di reintrodurre i vitalizi. Basterà un solo giorno da consigliere regionale per avere diritto al “Trattamento di fine mandato”. L’ira di Luigi Di Maio tuona su Facebook: “Mentre i cittadini sono in difficoltà economiche e le imprese sono colpite duramente dalla crisi, al regione Calabria reintroduce il vitalizio”.

Cosa prevede la nuova legge sui vitalizi nella giunta Regione Calabria alla guida di Jole Santelli

A quanto prevede la normativa appena varata dai consiglieri della Regione Calabria, è sufficiente fare un solo giorno nel consiglio per ottenere il vitalizio. Il corrispettivo viene elargito anche quando il politico decade per qualsiasi motivo: quindi se viene condannato o si dimette il consigliere avrà il suo trattamento di fine mandato, purché siano stati versati i contributi. La proposta avanzata da Giuseppe Graziano dell’Udc è stata votata all’unanimità. Il consigliere non ha nemmeno spiegato la norma: “Si illustra da se”.

Ira dal governo: il Movimento Cinque Stelle torna all’attacco sul tema dei vitalizi

Il caso della legge appena varata è stato sollevato dal programma Sono le Venti sul canale Nove e dal Fatto Quotidiano. Condividendo l’articolo sul suo profilo Facebook, Luigi Di Maio commenta: “Leggo di consiglieri che vorrebbero tornare sui propri passi. Bene, abolite subito questa legge. La politica deve dare il buon esempio. E se non riesce a farlo in una situazione del genere, allora significa che non lo farà mai più”. Dello stesso avviso il Presidente della Commissione Cultura Gallo del M5s, che attacca Meloni e Salvini. Il M5s è da sempre contro i vitalizi dei politici, tanto da farne il cavallo di battaglia con cui vinsero alle prima tornate elettorali.

Passo indietro in Regione, adesso i consiglieri ci ripensano

Nello stesso consiglio regionale, i consiglieri di maggioranza di Fratelli d’Italia e Lega, pur avendo votato la norma, parlano di privilegio ingiusto e illegittimo. Pippo Callipo, ex candidato alla presidenza della regione in quota Partito Democratico, prende le distanze dalla legge appena votata, dichiarando di essere stato ingannato: “Ho apposta la mia firma su una proposta di legge che non comporta maggiori o nuovi oneri a carico del bilancio regionale”. Giovedì prossimo è in programma una riunione per eliminare (di nuovo) una legge di cui proprio non si sentiva la necessità, soprattutto adesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui