fbpx

Morto Giulietto Chiesa: una carriera tra il PCI e il legame con la Russia

Giulietto Chiesa è morto quest'oggi all'età di 79 anni. L'Italia dice addio ad un grande giornalista, da sempre legato alla Russia e nemico degli USA

Morto Giulietto Chiesa: una carriera tra il PCI e il legame con la Russia. Lutto nel mondo del giornalismo: quest’oggi è morto Giulietto Chiesa all’età di 79 anni. Chiesa è stato per anni il punto di riferimento della Rai a Mosca e si è sempre contraddistinto per la sua visione antimperialista. Il giornalista aveva accusato un malore nel corso di una diretta sul suo canale web PandoraTV salvo poi riapparire due giorni dopo sulla stessa piattaforma con il solito carattere dirompente. Nativo di Acqui Terme, Chiesa fa la maturità classica e si avvicina all’ideologia comunista con la Federazione Giovanile Comunista Italiana. Nei primi anni Settanta entra nell’ambiente del PCI tra le segreterie di Longo e Berlinguer, per poi diventare capogruppo comunista del consiglio comunale genovese.

Alla fine del decennio lascia il PCI a causa di alcuni screzi e inizia a rendersi celebre come giornalista diventando il corrispondente a Mosca per l’Unità. Questo ruolo diverrà simbolico per il resto della sua carriera: la figura di Chiesa sarà molto presente nel periodo del socialismo craxiano che porrà fine al comunismo classico.

Chiesa, la Russia e gli USA: dalle “balle americane” a Putin

Dagli anni 90 inizia ad allontanarsi dal comunismo e si afferma come esperto di questioni internazionali, con particolare attenzione alle tensioni USA-Russia. Segue molto da vicino l’evoluzione della Russia da Gorbaciov a Putin, sempre con quell’occhio critico e tendente alla società sovietica.

Fondamentale nella carriera di Chiesa gli eventi dell’11 settembre 2001, che il giornalista ha trattato nel suo documentario Zero-Inchiesta sull’11 settembre, con la presenza di Dario Fo, Lella Costa e Moni Ovadia. In questo programma si è voluto chiarire alcuni dubbi sui tragici attentati come l’eventuale complicità di Bush e dei servizi segreti americani. Dal 2004 inizia un isolamento web che culmina con Pandora Tv, passando tra varie ospitate online e un blog “simil-Grillo” dove raccoglieva editoriali e riflessioni. Negli ultimi 5 anni Chiesa si è avvicinato molto a Putin, confermando il suo fervente anti-americanismo. Chiesa, infatti, è sempre stato convinto che gli Stati Uniti stessero nascondendo molte verità legare alla guerra in Siria e al rapporto con l’Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui