fbpx

Mes, Renzi: “Lo farei di corsa”

Il Mes ormai è sulla scena politica europea da settimane. Si discute se applicare o meno il meccanismo. Tra le indecisioni di Conte e i pareri dell'opposizione dice la sua anche Matteo Renzi

Mes, Renzi: “Lo farei di corsa”. È intervenuto per l’ennesima volta Matteo Renzi per parlare del Mes. Il senatore, nonché fondatore di Italia Viva, non ha mai nascosto la sua simpatia per il Meccanismo europeo di stabilità. Non manca neanche questa volta il suo apprezzamento. Intervistato ai microfoni di Radio Capital, nella trasmissione Circo Massimo, parla di attivare il Mes e anche subito, secondo il suo pensiero. Così l’ex presidente del consiglio: “Attivare il Mes? Lo farei di corsa, io vado a piedi a Bruxelles a prenderli. Ti danno denari a condizioni buone. Io sono certo che il Presidente del Consiglio non dirà di no al Mes.”

Le condizioni del Mes

Nelle scorse settimane se n’è parlato tanto. In modo più o meno accentuato. Ricordiamo ormai tutti la discussione tra l’opposizione di centrodestra e il presidente del consiglio. La posizione da parte della Lega e di Fratelli d’Italia era stata chiara, così come anche quella del presidente del Consiglio Giuseppe Conte: no al Mes. La nuova proposta era di poter accedere al meccanismo senza condizionalità per quanto riguarda i soldi spesi nella sanità. Nelle scorse ore il presidente Conte non ha chiuso la porta ad un eventuale veto nei confronti dell’eurogruppo, qualora le richieste italiane non vengano ascoltate. “Merkel ci sta dando una mano, ma valuterò con attenzione gli interessi nazionali e poi prenderò una decisione” ha dichiarato il presidente del consiglio.

Qualora il Mes sia però effettivamente privo delle condizionalità stringenti, presenti nella versione precedente del meccanismo, il presidente potrebbe decidere di portare in parlamento la proposta per discuterne l’attivazione. E a proposito di un veto e ancora sul Mes continua Renzi, attaccando non tanto velatamente anche il Movimento 5 stelle: “Il problema non è l’Europa ma il fatto che tante persone sono rimaste senza una lira. I grillini non vogliono? Se ne faranno una ragione. Hanno già cambiato idea tante di quelle volte”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui