fbpx

Festa della Repubblica, gli interventi di Conte, Di Maio e Casellati

Festa della Repubblica: il Premier Conte, la Presidente del Senato Casellati ed il Ministro degli Esteri Di Maio parlano delle celebrazioni del 2 giugno

Festa della Repubblica, gli interventi di Conte, Di Maio e Casellati. Oggi, 2 giugno, in Italia si festeggia la Festa della Repubblica. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo aver assistito alla cerimonia all’Altare della Patria, ha voluto lasciare il suo messaggio in un posto su Facebook. Il Premier avrebbe scritto come non ci sarebbe tempesta che possa piegare la bandiera italiana.

Quest’ultima, infatti, sarebbe il simbolo dell’unità nazionale, dell’appartenenza e dei valori fondativi. Il Presidente del Consiglio avrebbe invitato ad evitare le divisioni ed unire gli sforzi tutti insieme verso l’obiettivo comune della rinascita. Secondo Conte, infatti, andrebbe raccolto l’invito del Presidente della Repubblica Mattarella alla collaborazione. L’Italia, infatti, sarebbe la comunità e la forza di tutti.

Festa della Repubblica, la Presidente del Senato Casellati: “Questa è una giornata particolare”

In occasione della Festa della Repubblica, anche la Presidente del Senato Elisabetta Casellati, come riportato da Ansa.it, dopo aver presenziato all’omaggio al Milite Ignoto sull’Altare della Patria, ha voluto esprimere il suo pensiero in una intervista a Rai Parlamento. Secondo la seconda carica dello Stato, infatti, si tratterebbe di un 2 giugno molto particolare.

Secondo la Casellati, con il Presidente della Camera Roberto Fico, rappresenterebbero la voglia di tenere unita un’Italia che avrebbe rischiato la frammentazione a causa del Coronavirus. La Presidente del Senato, poi, avrebbe ricordato come la Costituzione ricordi che il Paese è una Repubblica fondata sul lavoro. Per la ripresa, gli italiani non si  aspetterebbero interventi a pioggia, ma il bisogno di mettergli soldi nelle tasche e poter lavorare nel pieno rispetto di regole chiare e precise.

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio su Facebook: “La pandemia ha seminato sofferenza e morte”

Anche il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha voluto esprimere il suo pensiero sul proprio profilo Facebook. Secondo il capo della Farnesina, infatti, la pandemia avrebbe seminato sofferenza e morte. Per questo motivo sarebbe compito della politica evitare che questa situazione si trasformi in odio e paura. Tutte le forze politiche dovranno dimostrare senso di appartenenza al tricolore. Di Maio auspicherebbe inoltre il senso di responsabilità invocato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui