fbpx

Decreto Rilancio, convocato a questa sera il Consiglio dei Ministri

Governo, questa sera il Decreto Rilancio approderà nel Consiglio dei Ministri. Intanto il Ministro dell'Economia Roberto Gualtieri anticipa i primi provvedimenti in esso compresi

Decreto Rilancio, convocato a questa sera il Consiglio dei Ministri. Inizialmente doveva essere il Decreto Aprile, poi slittato a maggio: ora il Governo avrebbe deciso di chiamarlo Decreto Rilancio e, dopo una serie di rinvii, finalmente questa sera dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri. Il provvedimento dovrebbe contenere aiuti alle famiglie, alle imprese, all’economia e al settore creditizio, settori gravemente colpiti dall’emergenza dovuta al Coronavirus.

Il Consiglio dei Ministri, che dovrebbe tenersi questa sera alle 21, sarà anticipato da un pre-Consiglio, che si terrà nel primo pomeriggio a Palazzo Chigi. Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri avrebbe anticipato l’intenzione del Governo di abbonare la rata di saldo e di acconto dell’Irap al prossimo mese di giugno. Alla trasmissione di Fabio Fazio, Che tempo che fa, Gualtieri avrebbe inoltre dichiarato che ci saranno ristori a fondo perduto per tutte le aziende fino a 5 milioni di euro di fatturato.

Decreto Rilancio, il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri preannuncia alcune delle decisioni che potrebbero essere prese dal Consiglio dei Ministri

Il Ministro dell’Economia avrebbe anche preannunciato lo stanziamento di 3 miliardi di euro nella sanità. Questi serviranno per creare 3.800 posti in terapia intensiva e 4.000 posti in terapia sub intensiva. Ci saranno anche 5 milioni a disposizione delle Pmi che avranno avuto una perdita di fatturato. Ad assicurare un aiuto al settore turismo era intervenuto in precedenza anche il Ministro Beni Culturali e Turismo, Dario Franceschini.

Gualtieri, infatti, avrebbe confermato misure per le imprese, crediti di imposta per gli affitti, ristori per aziende che hanno avuto un gran calo di fatturato ed alberghi. Sarebbe stato previsto anche un Fondo strategico con la Cassa Depositi e Prestiti. Sarà infine introdotta una tax credit vacanze, ossia un bonus da spendere entro il 2020 in alberghi e strutture ricettive. Ancora da definire se la norma sarà valida per persone con ISEE inferiore a 40 o 50 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui