fbpx

Coronavirus, rischio slittamento per il Consiglio dei Ministri

Coronavirus, è scontro nella maggioranza, Consiglio dei Ministri verso il rinvio. Il Decreto Aprile dovrebbe essere approvato per una spesa da 55 miliardi, ma il Movimento 5 Stelle protesta

Coronavirus, rischio slittamento per il Consiglio dei Ministri. Potrebbe slittare il Consiglio dei Ministri, inizialmente previsto per questa mattina, per discutere nuove misure in tema Coronavirus. Sarebbe infatti stato trovato un accordo tra le parti al termine della riunione al Mef. Il Decreto di Aprile, dai 53 miliardi inizialmente previsti, dovrebbe chiudersi a 55 miliardi. La riunione è durata tutta la notte, con telefonate tra le parti ed i vari Ministri interessati, fino all’1:30. Ora, il Consiglio dei Ministri, potrebbe slittare a venerdì o sabato, dopo l’attesissimo Consiglio Europeo che potrebbe prendere decisioni importanti sugli aiuti agli Stati coinvolti nel dramma Coronavirus.

Dunque, i numeri ci sarebbero, ma prima di convocare il Consiglio dei Ministri ci sarebbe il bisogno di un controllo politico. A questo dovrebbero prendere parte capi delegazione, responsabili economici ed alcuni Ministri appartenenti alla maggioranza, come riportato da AdnKronos. Una riunione che, però, secondo quanto fa sapere il Governo, non sarebbe stata ancora fissata.

Coronavirus, Consiglio dei Ministri: i 5 Stelle pretendono più soldi nel Decreto Aprile

Uno dei motivi del possibile slittamento del Consiglio dei Ministri di questa mattina potrebbe ritrovarsi nel Movimento 5 Stelle. I loro Ministri, infatti, avrebbero chiesto un Decreto Aprile con molti più investimenti, costringendo il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ad una mediazione. Soldi in più che, però, difficilmente arriveranno, in quanto da Bruxelles avrebbero autorizzato già 50-55 miliardi di euro. Stefano Patuanelli, Ministro per lo Sviluppo Economico, avrebbe chiesto 15 miliardi da destinare immediatamente alle imprese.

La Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo, invece, avrebbe chiesto di innalzare ad 800 euro il bonus per le famiglie numerose. I renziani, a loro volta, vorrebbero invece bonus maggiori per i figli. La sensazione è, che tra soldi freschi e quelli concessi con garanzie pubbliche, il Decreto Aprile possa arrivare intorno agli 80 miliardi. Poi, da risolvere, ci sarà anche il problema Def. Il Pil infatti sarà a -8%, mentre il rapporto Debito/Pil potrebbe schizzare al 150-160%.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui