fbpx

Coronavirus, negli USA quasi 50 mila morti: la proposta shock di Trump

Coronavirus, negli USA quasi 50 mila decessi ed oltre 865 mila contagi. Trump lancia la proposta shock: "Luce solare, raggi ultravioletti e disinfettanti iniettati nel corpo degli americani per combattere il virus"

Coronavirus, negli USA quasi 50 mila morti: la proposta shock di Trump. Nella giornata di ieri gli USA hanno registrato 3.176 decessi in 24 ore. Gli Stati Uniti hanno raggiunto quasi i 50 mila morti dall’inizio del Coronavirus, per un totale di 49.759. Lo riporterebbe i dati della John Hopkins University, secondo quanto riferito da Rainews. I contagi, invece, sarebbero vicini al milione: solo ieri 26.971, per un totale di 866.646.

Solamente nello stato di New York i contagiati sono 263.460, con un incremento di 6.244 nella giornata di ieri, reso noto l’ufficio del Governatore Andrew Cuomo. Nel frattempo, la Camera dei Rappresentanti avrebbe dato il via libera al piano da 484 miliardi, già approvata dal Senato, che il Presidente Donald Trump si appresterebbe nelle prossime ore a firmare. Lo stesso Trump, inoltre, avrebbe dichiarato che sarebbe molto vicino l’arrivo di un vaccino per combattere il Covid-19.

Donald Trump: “Fare iniezioni di disinfettante”

Il tycoon lo avrebbe dichiarato durante l’usuale conferenza stampa tenuta alla Casa Bianca per gli aggiornamenti sul Coronavirus. Trump avrebbe poi annunciato la possibilità di estendere le misure di distanziamento sociale fino all’estate o addirittura anche oltre. Inoltre avrebbe specificato che le norme saranno mantenute finché non ci sarà una certa sicurezza. Le norme anti Covid-19, comunque, non sarebbero legalmente vincolanti nei singoli stati.

Dopo essere tornato ad attaccare il virologo della task force sul Coronavirus, Bianca Anthony Fauci, contestando il basso numero di test disponibili negli USA, Donald Trump avrebbe lanciato la proposta shock. Il Presidente, infatti, avrebbe invitato ad iniettare nel corpo degli americani luce solare, raggi ultravioletti e disinfettanti. Secondo uno studio, infatti, avrebbe evidenziato l’advisor della Casa Bianca William Bryan, questi avrebbero un forte impatto sul virus. Il Presidente americano avrebbe poi concluso che Pentagono e 007 avrebbero avviato un’indagine. Esisterebbe infatti la possibilità di un utilizzo da parte degli avversari degli Stati Uniti del Coronavirus come arma biologica contro il Paese americano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui