fbpx

Coronavirus, accordo nell’eurogruppo, 1000 miliardi per l’Europa

Trovato l'accordo che aiuterà l'Europa. Un budget di 1000 miliardi per far fronte all'emergenza, questa la soluzione

Coronavirus, accordo nell’eurogruppo, 1000 miliardi per l’Europa. Trovata l’intesa tra ministri per rispondere all’emergenza economica che sta investendo l’Europa. L’Eurogruppo ha deciso per il Meccanismo europeo di stabilità (MES) e ad un suo flessibile. L’unico utilizzo previsto sarà per sostenere le spese per l’assistenza sanitaria, diretta o indiretta, così come anche i costi per la cura e la prevenzione dovuti alla crisi creata dal coronavirus. Sarà un’intervento senza precedenti, a livello economico, quello dell’Europa, pari a 1000 miliardi di euro.

Soddisfatto anche Paolo Gentiloni, Commissario per l’economia in Europa: “Un pacchetto di dimensioni senza precedenti per sostenere il sistema sanitario, la cassa integrazione, la liquidità alle imprese”.

L’accordo

Il documento diffuso dopo l’incontro tra i ministri parla “di creare un aiuto per la crisi da pandemia, basato sulle Eccl (Enhanced Conditions Credit Lines)” del MES, “adattato alla sfida attuale, come salvaguardia per gli Stati dell’area euro”. Lo strumento concordato sarà quindi “a disposizione di tutti gli Stati membri dell’area euro, a condizioni standardizzate, concordate in anticipo dagli organi di governo del Mes, in modo da riflettere le sfide attuali, sulla base delle valutazioni delle istituzioni Ue. L’unico requisito per accedere alla linea di credito sarà che gli Stati dell’area euro che la richiedono si impegnino ad usarla per sostenere il finanziamento della sanità, diretto o indiretto, i costi di cura e di prevenzione dovuti dalla crisi della Covid 19″. Per il sostegno all’economia ci saranno vincoli quindi per le nazioni che vorranno attingere al MES.

La struttura dell’accordo

Come scritto anche da il Sole 24 ore  vi sono quattro misure intraprese: i prestiti del Mes agli Stati membri; gli aiuti del Banca europea degli investimenti (Bei); il sostegno alla cassa integrazione nazionale proposto dalla Commissione europea (chiamato Sure); e infine la proposta francese di creare un fondo finanziato da obbligazioni congiunte per finanziare il rilancio dell’economia. Secondo il ministro francese dell’economia Bruno Le Maire è stato trovato “un accordo eccellente sulla risposta economica al coronavirus: 500 miliardi di euro disponibili subito”, ed “un fondo per la ripresa a venire. L’Europa decide e si dimostra all’altezza della gravità della crisi”. 

Le risposte

Non si sono fatte attendere le parole di vari esponenti politici, favorevoli o contrari alla decisione raggiunta dai ministri dei vari paesi europei. Molto amareggiati i capigruppo di centrodestra, in primis Giorgia Meloni cha attraverso un suo tweet parla di vittoria della Germania e dell’Olanda.

Cosa diceva il premier Conte?

Dopo la Meloni che parla di alto tradimento, ci si aspettavano anche delle parole da parte del premier Conte che non si è ancora espresso in merito, ma cosa diceva giusto quattro giorni fa? Diceva no al MES e sì agli Eurobond. Sarà contento o erano solo dichiarazioni di facciata? O semplicemente il compromesso dell’utilizzo del MES per le spese riguardanti la sanità lo convince?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui