fbpx

Conte alla Camera, ecco tutti i punti discussi sulla fase 2 di rilancio

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato in aula per spiegare le misure prese dal governo nella fase 2 dell'emergenza

Conte alla Camera, ecco tutti i punti discussi sulla fase 2 di rilancio. Circa 3 mesi fa il Governo Conte ha imposto in lockdown in tutta Italia per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Dapprima le restrizioni furono circoscritte all’area di Codogno e Euganeo, primi centri focolai del virus; poi allargati al Nord Italia e, infine, estesi a tutto il territorio nazionale. “Non tutti avrebbero preso queste decisioni così drastiche ma dopo tre mesi possiamo dire che è stata la scelta migliore” cosi Giuseppe Conte ribadisce la bontà dei provvedimenti presi dal suo governo.

In diretta dalla Camera dei deputati

Pubblicato da Giuseppe Conte su Giovedì 21 maggio 2020

Lento ritorno alla normalità, le prerogative della fase 2

In udienza alla Camera Giuseppe Conte espone quali sono le azioni che il governo sta intraprendendo per l’avvio della fase 2. Punto fondamentale è la libertà di movimento: è un lento ritorno alla normalità, dice il Premier, che non deve però essere intesa come un liberi tutti. Le regole del distanziamento fisico e l’uso di mascherine devono persistere. Si rivolge in particolar modo ai giovani: “Non è questo il tempo dei party e della movida”.

Piano con le Regioni, tracciamento e riaperture graduali

Il virus persiste nel nostro territorio, ma la curva dei malati scende: 2377 contagiati in meno nelle ultime 24 ore. A fronte di questi dati, il Premier in concordato con le Regioni e gli Enti Locali ha stabilito una graduale riapertura di movimento: “Con il DL n. 33 da 16 maggio è possibile spostarsi liberamente nella propria regione di appartenenza e, dal 2 giugno, ci si potrà spostare liberamente in tutto il territorio nazionale.” In questo frangente Conte ha ringraziato l’impegno delle Regioni, appianando così le incomprensioni degli ultimi giorni.

Test sierologici e tracciamento

Per non vanificare gli sforzi fatti fin’ora il Premier ha annunciato che, sempre in collaborazione con le Regioni, verrà costantemente monitorata la curva epidemiologica: “In caso di innalzamento saremo pronti a richiudere in maniera circoscritta”. Per quanto riguarda i test sierologici, fondamentali per il tracciamento, ad oggi “sono stati effettuati circa 3 miliardi di tamponi, numero che pone l’Italia come primo paese a fare tamponi per numero di abitanti”. Dal 25 maggio il numero di test verrà incrementato.

App Immuni in arrivo, protetta la privacy

Sempre nell’ambito del tracciamento, Giuseppe Conte ha annunciato alla Camera l’imminente arrivo di Immuni, l’app per il tracciamento. Questa, ha assicurato il premier, avrà come unico obiettivo il tracciamento di persone infette e i dati saranno prontamente cancellati a pandemia terminata.

Crisi economica: il decreto rilancio per imprese

“Due mesi di blocco delle attività industriali e di stop della domanda internazionale hanno messo a dura prova il lavoro, lo so, ne siano consapevoli, ma non siamo sordi alle richieste di imprenditori e lavoratori”. Il tema economico e sociale è un tasto dolente per il governo: i ritardi nei pagamenti della cassa integrazione e la burocrazia di enti pubblici e banche hanno reso impossibile la vita a molti italiani. “Per far fronte a ciò, con il nuovo decreto abbiamo snellito le pratiche di erogazione dei fondi, eliminando alcuni passaggi”. Conte annuncia che lo stanziamento di circa 15 miliardi di euro a fondo perduto per quelle imprese che in questi mesi hanno subito un crollo del fatturato. Inoltre è stato sospeso il saldo IRAP per il 2019 e 2020. Nel momento in cui Conte ha introdotto la riforma contro il caporalato strenuamente voluta dalla ministra Bellanova, in aula è scoppiata la bagarre.

Turismo, Conte inviata a fare le vacanze in Italia

Uno dei settori che più di altri ha risentito del lockdown è il turismo: il blocco totale è arrivato proprio nei mesi di partenza della stagione turistica. “Fate le vacanze in Italia. E’ il modo migliore per aiutare l’economia”, questo l’appello di Conte. Conte ricorda che nel decreto è previsto il bonus vacanza per le famiglie e sgravi fiscali agli imprenditori del settore.

Contestazioni della Lega, bagarre in aula con il Movimento 5 stelle

Al termine dell’intervento di Conte, il capogruppo della Lega Riccardo Molinari prende la parola. Accusa strenuamente l’operato del governo, reo di aver sottovalutato il pericolo dell’epidemia. A suo dire, poi, il governo si è mostrato insensibile di fronte alla tragedia e incapace di gestirla.

Poco dopo interviene il deputato 5 stelle Riccardo Ricciardi che, per difendere l’operato di Conte, sbeffeggia il sistema sanitario Lombardo e scatena l’ira dei banchi. Urla e insulti convergono da ogni parte dell’aula. Il Presidente Roberto Fico è costretto ad interrompere i lavori in aula per circa 10 minuti.

MOLINARI (LEGA) REPLICA A CONTE (CAMERA DEI DEPUTATI, 21.05.20)

Ora in diretta dalla Camera, per la Lega replica a Conte di Riccardo Molinari.

Pubblicato da Matteo Salvini su Giovedì 21 maggio 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui