in

Centrodestra unito: “No al Mes e fermiamo le tasse”

Centrodestra unito: "No al Mes e fermiamo le tasse"
Centrodestra unito: "No al Mes e fermiamo le tasse"

Centrodestra unito: “No al Mes e fermiamo le tasse”. Il Centrodestra è unito e stavolta sembra muoversi in unico blocco sempre più convinto delle proposte da portare davanti al Presidente del Consiglio. Le proposte sono tutte simili e incentrate su tre punti fondamentali: il blocco delle tasse, il “no” secco al ricorso al MES e un ingente intervento statale. L’economia secondo Lega, Forza Italia, e Fratelli d’Italia va supportata e accompagnata fuori dalla crisi con misure drastiche consistenti. Poi c’è la questione MES, che per Matteo Salvini sarebbe un “trattato infernale” da non adottare “sotto nessuna forma”.

Nel corso del colloquio a Palazzo Chigi con il Premier Conte, i tre rappresentanti del Centrodestra hanno chiesto al Governo di intervenire pesantemente nell’economia reale con misure invasive e concrete. Secondo il vice-presidente di Forza Italia, Tajani, il primo intervento da fare sarebbe saldare i debiti contratti dalla pubblica amministrazione per oltre 60 miliardi. Un provvedimento di questo tipo, infatti, rimetterebbe in circolo quella liquidità di cui l’economia avrebbe un bisogno impellente.

Una misura che, se congiunta con un blocco degli oneri fiscali, fino a fine crisi, darebbe la giusta spinta per ripartire. Tajani poi rilancia anche sullo stop al pagamento degli affitti per i commercianti affittuari che sono stati costretti a chiudere; mentre per i proprietari degli immobili si starebbe pensando di fermare il pagamento delle tasse per gli affitti non riscossi.

Il Centrodestra, inoltre, avrebbe chiesto una forte e prepotente presenza dello Stato che dovrebbe realizzarsi in due misure fondamentali: la difesa degli asset strategici ed un aumento del bonus per i liberi professionisti, da portare a mille euro.

Centrodestra: “No a nessuna forma di MES”

La questione MES starebbe infiammando particolarmente gli animi di Lega e Fratelli d’Italia, che hanno ribadito la loro contrarietà al Fondo Salva Stati. “Vanno tutelati i rasparmi e il futuro degli italiani“, ha detto Salvini, garanzia che il MES, qualora venisse adottato, non darebbe. Secondo Salvini Meloni, inoltre, andrebbero riattivate le camere per dar di nuovo vita a quello che è il cuore della nostra democrazia: il Parlamento. Ad entrambi i leader, non sarebbe piaciuto l’atteggiamento del Premier e avrebbero chiesto una maggior centralità di tutto l’arco parlamentare.

What do you think?

Written by Federico Mossolino

Sono nato a Roma e sono diplomato a liceo classico "Aristofane".

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Coronavirus, Boris Johnson fa marcia indietro

Coronavirus, Boris Johnson fa marcia indietro

Coronavirus, aumenta lo stipendio dei dipendenti di Giovanni Rana

Coronavirus, aumenta lo stipendio dei dipendenti di Giovanni Rana