fbpx

Boris Johnson, completamente guarito, torna a lavoro da lunedì

Coronavirus, il Primo Ministro della Gran Bretagna Boris Johnson, dopo aver contratto il Covid-19 a fine marzo, tornerà a lavoro a Downing Street da domani. Nel frattempo il Paese ordina 50 mila test sierologici per valutare la possibile immunità nel popolo britannico

Boris Johnson, completamente guarito, torna a lavoro da lunedì. Passata la grande paura dopo aver contratto il Coronavirus, in Gran Bretagna il Premier Boris Johnson si appresterebbe a riprendere il lavoro da domani. Secondo quanto riportato da Sky Tg 24, infatti, fonti provenienti da Downing Street avrebbero confermato che il Primo Ministro britannico da domani riprenderà a tempo pieno le sue mansioni. Nel frattempo Boris Johnson si troverebbe ancora nella residenza di campagna di Chequers.

Con lui ci sarebbe anche la compagna Carrie Symonds, incinta di 6 mesi. Ieri, intanto, ci sarebbe stato un primo confronto con il Ministro degli Esteri e Primo Segretario di Stato Dominic Raab e con il Cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak. Boris Johnson, nel colloqui durato tre ore, sarebbe stato informato di tutti i dossier e chiesto aggiornamenti sul Coronavirus in Gran Bretagna.

Coronavirus, incubo passato: il Premier della Gran Bretagna Boris Johnson da domani torna a lavoro

Il Primo Ministro della Gran Bretagna, il cinquantacinquenne Boris Johnson, aveva contratto il Coronavirus a fine marzo. Il Premier britannico era balzato alle cronache mondiali quando, ad emergenza non ancora scoppiata, aveva dichiarato di non voler attuare misure per fermare il virus, cercando di creare un’ipotetica immunità di gregge. Qualche giorno dopo aver contratto il Covid-19, le sue situazioni erano peggiorate al punto da essere prima ricoverato al St. Thomas Hospital di Londra e, dopo qualche giorno, portato addirittura in terapia intensiva. E’ stato poi dimesso domenica 12 aprile, il giorno di Pasqua.

La situazione per il Coronavirus, in Gran Bretagna, è ancora piuttosto grave. I contagiati, infatti, secondo la John Hopkins University, sarebbero quasi 150 mila, mentre i decessi sarebbero oltre 20 mila. Il Governo inglese, per questi motivi, avrebbe deciso di prorogare il lockdown almeno fino alla fine del mese di maggio. In futuro, inoltre, chiunque dovesse arrivare in Gran Bretagna sarà sottoposto a quarantena obbligatoria per almeno 14 giorni. Le autorità, inoltre, vigileranno sul pieno rispetto delle regole. Chi, invece, non dovesse osservarle, potrebbe essere soggetto a pesanti multe o ad un procedimento penale.

Ordinati oltre 50 mila test per testare l’immunità

Nel frattempo la Gran Bretagna, in attesa che il Premier Boris Johnson da domani possa tornare pienamente a lavoro, avrebbe ordinato oltre 50 milioni di kit. I test sierologici serviranno anche per velocizzare la scoperta del Covid-19, visto che per gli esiti dei tamponi si necessita sempre di qualche giorno. Lo riporta il Daily Star, spiegando come ognuno di questo kit avrà un costo di 10 sterline. Il primo lotto dovrebbe arrivare il prossimo mese di giugno, mentre altri 50 milioni di kit sarebbero previsti per il 2021. Questi, nelle idee del Primo Ministro britannico, servirebbero per valutare se una persona ha contratto o meno il Covid-19 e le risposte al test sarebbero disponibili in soli 20 minuti. I test per l’immunità sarebbero stati elaborati da scienziati dell’Università di Oxford.

Questi sarebbero a lavoro anche per elaborare dei test sierologici rapidi. Il test dovrebbe funzionare come avviene oggi nei test di gravidanza e nel prelievo della glicemia. Si dovrebbe prendere infatti una goccia di sangue: se dopo 20 minuti sulla striscetta appariranno due lineette, la persona dovrebbe avere gli anticorpi per il virus, se invece ci fosse una sola lineetta non dovrebbe averli. L’OMS, comunque, proprio ieri aveva detto che non ci sarebbero studi che farebbero pensare che chi ha gli anticorpi non possa contrarre il Covid-19.

Ti potrebbe interessare anche… Vaccino, a Londra accelerata improvvisa per i test

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui