fbpx

Azzolina contro Salvini, scontro social sull’uso corretto di “plexiglas”

La Ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha dato dell'ignorante a Matteo Salvini sul termine corretto della parola plexiglas. Ma chi dei due ha ragione?

Azzolina contro Salvini, scontro social sull’uso corretto di “plexiglas”. Il plexiglas è da mesi diventato un termine di uso comune nel nostro vocabolario. A partire da metà febbraio, infatti, fa la sua comparsa reale nei supermercati e nelle farmacie e, di conseguenza, nei nostri dialoghi. Ma un dubbio sorge a tutti: come si scrive? Plexiglas o Plexiglass? L’atavico dubbio ha infiammato oggi una piccola discussione su Twitter tra la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ed il leader della Lega Matteo Salvini. Su Twitter infatti Matteo Salvini scrive “plexiglas” con una sola S, mentre la ministra Azzolina lo rimbecca correggendolo: si scrive plexiglass! Ma chi dei due ha ragione?

Plexiglas o Plexiglass: in quale modo si scrive correttamente?

Secondo la Treccani, la famosa enciclopedia, il corretto uso della parola è plexiglas, con una sola S: plèxiglas (o plexiglàs) s. m. – Nome commerciale (più propriam. marchio registrato) di una resina termoindurente (metacrilato di metile), infrangibile, trasparente, più leggera del vetro, in luogo del quale viene adoperata per molti usi: se ne fanno oggetti di fantasia, bacchette, lastre, tubi, ecc., e parti di aeromobili.

Quindi, sembra che Matteo Salvini abbia scritto correttamente il suo tweet. In realtà, sono corretti entrambi. L’errore, se così si può chiamare, è che il termine Plexiglass è un marchio commerciale registrato che, come succede per altri termini simili (Autovelox, Kleenex, Barbie, Tampax) si è volgarizzato, divenendo un nome comune di cosa.

Azzolina contro Salvini, lo scontro sulla scuole degenera in un simposio linguistico

Tutta questa diatriba nasce oggi, quando la Ministra Azzolina sul suo profilo Twitter redarguisce Matteo Salvini sul non corretto uso del termine plexiglas. La vicenda nasce perché il leader della Lega afferma che la ministra vorrebbe installare dei pannelli protettivi sui banchi delle scuole, per un ritorno in classe più sicuro.

In soccorso del rimproverato Matteo arriva il giornalista di Repubblica Luca Bottura, di solito non proprio fan del leader della Lega, che ribatte sull’uso del termine comune Plexiglas onorando tramite una ricerca Google il tweet incriminato. “Odio dar ragione a Salvini: plexiglas è un marchio commerciale e si scrive un una “s”. Andare su Google prima di fare i fenomeni è sempre consigliabile.” Così, in questa occasione, potremmo dire: In medio stat virtus, così, per fare un pò i maestrini anche noi…

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui