in

Natasha Slater accanto alle donne vittime di violenza

Natasha Slater accanto alle donne vittime di violenza
Natasha Slater accanto alle donne vittime di violenza

Natasha Slater accanto alle donne vittime di violenza. Sembrerebbe che l’emergenza sanitaria stia concentrando l’attenzione sui numeri in assoluto e sulle conseguenze politico-economiche del mondo. Non che sia scorretto data la situazione di crisi ma focalizzarsi e parlare solo di due fenomeni non dovrebbe essere così usuale. Senza dubbio, sanità ed economia, estremamente collegate, preoccupano di più. Proprio ieri, Conte ha definito la sua posizione in Europa e in nuovi termini di isolamento.

Ma spostando l’attenzione su alcuni fenomeni “secondari” come i suicidi, il cambiamento nel mondo del lavoro o la violenza sulle donne, ci si accorge che non se ne parla abbastanza. Soprattutto dell’ultimo. Si, ciò che alcune donne in Italia, e nel mondo, sono costrette a subire non è gridato ad alta volte sufficientemente. Diversi sono i personaggi che si sono schierati a supporto ma, ancora una volta, se ne parla poco. Un esempio è quello dell’imprenditrice Natasha Slater. La conosci?

Chi è Natasha Slater?

Nata a Parigi con origini inglesi dal padre e italiane dalla madre, Natasha Slater si laurea a Londra in Arte. Dal 2000 si trasferisce a Milano e diventa mamma dopo 7 anni dando alla luce Lola. Alcuni l’avranno forse vista nel docu-reality Mamma Che Riccanza, insieme a Katia Pedrotti. Dopo una fama crescente acquisita con la partecipazione a eventi musicali, di moda e di industria creativa, Natasha Slater fonda la sua agenzia di pubbliche relazioni, la Natasha Slater Studio. Si occupa di PR, Eventi, Social PR, Digital PR, Talent & Dj Booking, macro attività per strategie di successo per luxury brand e lifestyle. Più di 10 anni di esperienza e una reputazione ormai consolidata confermata da collaborazioni internazionali. Oggi, ai tempi del Covid-19, Natasha decide di scendere in campo per sostenere le donne.

L’isolamento può essere un vero incubo

La quarantena forzata può essere un periodo piacevole per molte famiglie che ritrovano abitudini quasi dimenticate ma per altre può essere un incubo. Il mostro della violenza domestica si nasconde dietro l’angolo per molte donne. A quel punto, l’uscita per andare a fare la spesa o comprare la mascherina in farmacia può essere l’unico momento di pace. Il lockdown causato dall’emergenza sanitaria le costringe a rimanere a casa bloccate. Attivisti e volontari affermano che gli abusi stanno aumentando. Il blocco ha amplificato in maniera più o meno intensa lo stress, la convivenza familiare con partner e figli, la paura. A sostegno di tutte le donne vittime di violenza, Nastaha ha lanciato una raccolta fondi per assistenza alle organizzazioni mondiali che combattono questo fenomeno.


La collaborazione con il Telefono Rosa

Mediante la community per le donne Dinners Conversations, Natasha organizza eventi e conversazioni online con donne a sostegno del genere femminile. “Una delle prime notti dopo che ci è stato chiesto di restare a casa per combattere il Covid-19 mi lamentavo tra me e me. Mi sentivo una vittima. Poi ho cominciato a pensare che ero a casa mia e che stavo bene e che purtroppo molte donne a causa del Coronavirus erano costrette a vivere chiuse in casa con partner violenti, un vero e proprio inferno“, ha dichiarato ad un’intervista per Marie Claire.

Così attraverso Dinner Conversations ho pensato di lanciare End Violence Against Women #Covid19, una raccolta fondi globale a supporto delle donne vittime di violenza e maltrattamenti in questo periodo di quarantena a causa del Covid-19. Per quanto riguarda l’Italia sosterremo il Telefono Rosa“, afferma la bionda imprenditrice. Un impegno per le donne da una donna. Dar seguito alla sua iniziativa può solo agevolare l’aiuto per tutte le donne vittime di violenza in questo periodo buio che per loro è senza uscita.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Coronavirus, aiuti da Trump per l'Italia

Coronavirus, aiuti da Trump per l’Italia

Centrodestra, la risposta dopo l'attacco di Conte

Centrodestra, la risposta dopo l’attacco di Conte