fbpx

Genova, uomo prende a martellate la moglie nel sonno

Genova, un uomo anziano prende a martellate la moglie nel sonno: la donna, in terapia intensiva, non è in pericolo di vita. A Chiavari, invece, arrestato un italiano per ripetute violenze sessuali su una donna con cui conviveva da dicembre durante il lockdown

Genova, uomo prende a martellate la moglie nel sonno. Dramma sfiorato a Genova, dove nella scorsa notte un uomo ha colpito a martellate nel sonno la moglie. La donna, al momento, si troverebbe in prognosi riservata ma, secondo i medici, non sarebbe in pericolo di vita. Il fatto è avvenuto in Via Teglia: l’uomo, un settantaduenne, ha poi tentato di soccorrere la moglie per poi darsi alla fuga in stato confusionale. La donna, una settantenne, è riuscita così ad avvisare un parente che abita nello stesso condominio, per poi avvertire i soccorritori.

La coppia era sposata da 47 anni e, secondo il racconto dei vicini, non avrebbe mai avuto problemi o discussioni. Interrogata dagli agenti, la donna ferita avrebbe raccontato di non riuscire a spiegarsi il motivo dell’aggressione da parte del marito. L’uomo, nel frattempo, sarebbe stato rintracciato poco dopo l’aggressione in via Polonio, vicino una fermata dell’autobus, in evidente stato di shock. E’ stato quindi arrestato e trasferito nel carcere di Pontedecimo.

Non solo a Genova: uomo picchia una donna a Chiavari pretendendo rapporti sessuali durante il lockdown

Un altro episodio, sempre in Liguria, è andato in scena a Chiavari. Un trentacinquenne italiano, infatti, sarebbe stato accusato di maltrattamenti e violenza sessuale nei confronti della compagna, una donna di 40 anni. I due erano andati a convivere lo scorso dicembre. Sin dall’inizio l’uomo avrebbe cominciato a picchiarla e a pretendere rapporti sessuali. In questo periodo di quarantena a causa del lockdown per il Coronavirus, inoltre, gli episodi di violenza erano stati sempre più frequenti.

Alla fine dell’isolamento, la donna il 4 maggio si è immediatamente recata dai carabinieri di Bargagli raccontando la vicenda e sporgendo denuncia. Così, in base a quanto previsto dal codice rosso, le indagini si sono svolte piuttosto celermente concludendosi con l’arresto dell’uomo e la fine dell’incubo per la donna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui