Connect with us

Curiosità

Adele ringrazia i fan per gli auguri di compleanno e stupisce tutti

Pubblicato

il

Adele ringrazia i fan per gli auguri di compleanno e stupisce tutti

Adele ringrazia i fan per gli auguri di compleanno e stupisce tutti. 5 maggio 1988. A Londra, 32 anni fa – e un giorno – nasceva Adele Laurie Blue Adkins. O semplicemente Adele. Mentre tutto il mondo si dibatte sulle scelte inerenti l’emergenza sanitaria per ripartire o meno, la cantautrice britannica stupisce sui social con una nuova foto in occasione del suo compleanno di ieri. Splendida e sorridente come sempre ma irriconoscibile. Adele è visibilmente in piena forma. Si legge un ringraziamento per tutti i messaggi d’auguri da parte della cantante e un pensiero per questo periodo buio “Spero che siate tutti sani e salvi in questo periodo folle. Vorrei ringraziare tutti i nostri primi soccorritori e lavoratori che ci mettono al sicuro mentre rischiano le loro vite. Siete davvero i nostri angeli“.

https://www.instagram.com/p/B_1VGc5AsoZ/?utm_source=ig_web_copy_link

Il cambiamento stratosferico della star

Probabilmente Adele avrà seguito una dieta particolare, alcuni quotidiani come il The Sun parlano della dieta Sirtfood orientata a cibi vegetali e cereali, ed un programma di allenamento specifico. Adele non ha mai fatto riferimento al suo aspetto fisico come un problema, piuttosto, non voleva lavorare con coloro che non lo vedevano di buon occhio. Il divorzio dello scorso anno con il marito Simon Konecki, da cui ha avuto un figlio nel 2012, potrebbe aver influito sul nuovo stile di vita più sano della cantante a livello motivazionale. Adesso, la vincitrice dell’Oscar come migliore canzone nel 2013 è in splendida forma e probabilmente felice dell’obiettivo raggiunto. Anche se dobbiamo dire che non è la prima foto della “nuova” Adele che gira sul web. Già lo scorso anno, in occasione del 33esimo compleanno di Drake, Adele era già in splendida forma.

https://www.instagram.com/p/B4Am8y4H0lG/?utm_source=ig_web_copy_link

Ad inizio anno 2020, girano alcune foto delle vacanze trascorse ai Caraibi di una Adele poco abbronzata ma solarissima.

https://www.instagram.com/p/B7jMXPCHByd/?utm_source=ig_web_copy_link

Il mese successivo è fotografata insieme ad una giornalista polacca all’after party della notte degli Oscar organizzato dalla collega Beyoncè e suo marito Jay-Z. Il cambiamento era già evidente, ed oggi la star internazionale l’ha confermato.

https://www.instagram.com/p/B8ZbtSyHY2p/?utm_source=ig_web_copy_link

Se 30 o 40 siano i chili persi da Adele a noi poco importa, ciò che si deve celebrare sono le sue performance sonore.

Quando uscirà il nuovo album?

L’artista inglese ha pubblicato tre album da quando ha debuttato nel 2008. Ha sempre voluto contraddistinguerli con i numeri corrispondenti alla sua età, 19, 21, 25. Ormai l’ultimo risale al 2015, con cui ha venduto più di 3 milioni di copie in una sola settimana negli USA, e la straordinaria voce di Adele inizia a mancare sempre più. Insieme ad Amy Winehouse, è considerata la miglior esponente del soul bianco degli anni 2000. Capolavori come Skyfall, Hello, Someone Like You, Rolling in The Deep e molti altri la rendono una delle artiste più amate nel panorama della musica internazionale per il suo talento e la sua voce dirompente. Le ultime indescrizioni, secondo MTV, ci fanno sapere che il nuovo album, intitolato 30, dovrebbe uscire a settembre di quest’anno. Dunque, aspettiamo un altro pò. Nel frattempo vi lasciamo con lo sketch in macchina di James Corden insieme ad Adele.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Just Eat Takeaway pronta a mangiare Grubhub, nuovo colosso del food delivery in arrivo

Pubblicato

il

Just Eat Takeaway pronta a mangiare Grubhub, nuovo colosso del food delivery in arrivo

Just Eat Takeaway pronta a mangiare Grubhub, nuovo colosso del food delivery in arrivo. Arriva l’accordo tra due colossi del food delivery è ufficiale: Just Eat Takeaway acquista Grubhub. Il servizio online di ordinazione e consegne food Just Eat, famoso in tutto il mondo, vuole allargare i mercati di dominio per eliminare i concorrenti. Qualche mese fa Takeaway.com, società olandese che opera nello stesso settore, ha acquistato ufficialmente Just Eat prolungando il suo nome e fondendo le due società. Adesso, hanno pensato di acquisire una società americana per ampliare il suo bacino di utenza. Grubhub è la più importante negli Stati Uniti nel settore del delivery food con quasi 20 milioni di utenti attivi – probabilmente aumentati se si considera il recente lockdown. Just Eat Takeaway pagherà 75,15 dollari per ogni azione di Gruhub, investendo complessivamente 7,3 miliardi di dollari. Non solo conquista il mercato americano ma batte anche il concorrente Uber Eats che aveva presentato un’offerta a Grubhub.

Just Eat Takeaway pronta a mangiare Grubhub, nuovo colosso del food delivery in arrivo

Just Eat Takeaway pronta a mangiare Grubhub, nuovo colosso del food delivery in arrivo – Jitse Groen

Circa 20 anni fa, Jitse Groen fondò Takeaway quando frequentava l’Università e si accorse che era davvero difficile trovare online i menù dei locali per ordinare qualcosa da mangiare. Oggi è milionario e amministratore delegato di Just Eat Takeaway e con questo colpo conferma la sua ambizione e brillantezza. In un comunicato congiunto si legge che Takeaway e Grubhub avranno più di 70 milioni di clienti in tutto il mondo con un ammontare di 600 milioni di ordini stimati all’anno. Dalla loro unione si creerà la più grande società di consegne a domicilio al di fuori della Cina. Al fianco di Groen a capo della società vi sarà Matt Maloney, CEO di Grubhub, in qualità di direttore delle operazioni del nuovo gruppo in America.

Just Eat Takeaway e Grubhub: l’esperienza di due veterani

Just Eat Takeaway pronta a mangiare Grubhub, nuovo colosso del food delivery in arrivo

Just Eat Takeaway pronta a mangiare Grubhub, nuovo colosso del food delivery in arrivo

La quarantena ha aumentato in maniera smisurata l’utilizzo dei servizi di delivery. Ciò ha chiaramente dato possibilità alle aziende in questo settore di avere più clienti ma anche più concorrenza. Takeaway e Grubhub erano già noti prima della pandemia e ricavavano già miliardi dal loro business. Come riporta la BBC, Jitse Groen sa bene che l’esperienza conta. “Matt e io siamo i due veterani del food delivery rimasti nel settore. Abbiamo avviato le nostre rispettive attività all’inizio del secolo, in due continenti diversi. Entrambi crediamo fermamente che solo le aziende con una crescita redditizia e di alta qualità possono sostenere il nostro settore“. Tale consolidamento non è ancora ufficiale al cento per cento in quanto serve l’approvazione degli azionisti e della regolamentazione. Sembrerebbe che nel primo trimestre del 2021 arriverà l’ufficialità.

Continua a leggere

Cinema

Assassinio sul Nilo, Kenneth Branagh ci svela dei dettagli sulla pellicola

Pubblicato

il

Assassinio sul Nilo, Kenneth Branagh ci svela dei dettagli sulla pellicola

Assassinio sul Nilo, Kenneth Branagh ci svela dei dettagli sulla pellicola. Agatha Christie è riconosciuta mondialmente come una delle più grandi gialliste della storia. La scrittrice inglese deceduta ormai 44 anni fa, ci ha lasciato in eredità, una quantità di romanzi pazzesca. Moltissimi di questi, trattano le avventure di un personaggio specifico tra cui spunta diverse volte la figura di Hercule Poirot, detective francese dall’intuito geniale.

Dell’investigatore, sono state fatte in passato diverse rappresentazioni cinematografiche ma col passare del tempo, si era nettamente persa la volontà di riprodurne le gesta. Nel 2017 però, Kenneth Branagh decise di riaccendere le luci dei riflettori sui gialli della Christie, dirigendo e interpretando il ruolo da protagonista nella pellicola Assassinio sull’Orient Express. Il successo del lungometraggio fu tale, da imporre un seguito e proprio di questo ha voluto parlare il succitato attore e regista britannico.

Kenneth Branagh parla di un Assassinio sul Nilo dalle tinte molto oscure…

I romanzi dedicati ad Hercule Poirot sono numerosi ma se dobbiamo citare i più celebri, non faticheremo a nominare Assassinio sull’Orient Express e Poirot sul Nilo. Da quest’ultimo ripartirà il prossimo film che vedrà vestire i panni del detective baffuto a Kenneth Branagh. L’attore britannico, intervenuto in un podcast di The Fourth Wall ha parlato del lungometraggio e delle sfaccettature che Agatha Christie ha inserito nel romanzo. L’interprete, ha infatti sottolineato come la scrittrice amasse mettere nei libri che creava, degli aneddoti accaduti nella propria vita.

Il cinquantanovenne da Belfast ha poi rivelato che Assassinio sul Nilo tratterà in particolar modo il tema dell’amore eccessivo, sentimento che a volte, può diventare pericoloso. Branagh ha infine confessato che il film ci trasporterà in luoghi meravigliosi ed affascinanti ma che avrà delle tinte molto oscure, grazie alle quali il pubblico entrerà in contatto con emozioni dure come la gelosia o la brama di possesso.

Continua a leggere

Attualità

Filippo di Edimburgo compie 99 anni, lunga vita al marito della Regina Elisabetta

Pubblicato

il

Filippo di Edimburgo compie 99 anni, lunga vita al marito della Regina Elisabetta

Filippo di Edimburgo compie 99 anni, lunga vita al marito della Regina Elisabetta. Il 10 giungo 1921 nasce a Corfù Filippo Mounthbatten, duca di Edimburgo, principe di Grecia e Danimarca, nonché marito della regina Elisabetta II di Inghilterra. Per celebrare il compleanno, Buckingham Palace ha diffuso una foto del principe in compagnia della sovrana, in posa nel castello di Windsor. La coppia reale si trova infatti nel castello per precauzione, causa Covid-19. I due regnanti sono in splendida forma, malgrado le voci che si sono rincorse nei mesi scorsi, Infatti, alcuni tabloid inglesi, avevano insinuato che il principe fosse morto e che il palazzo non volesse diffondere la notizia in un momento così delicato.

Un compleanno sobrio, lontano da palazzo e senza colpi di cannone

Filippo, che nel 2017 ha abbandonato le uscite pubbliche, non ama particolarmente il giorno del suo compleanno. Il portavoce del ministero della difesa britannica ha dichiarato che quest’anno non ci saranno i tradizionali colpi di cannone a salve. Il duca e la regina passeranno questa giornata insieme, facendo videochiamate con i parenti lontani per via del Coronavirus. Intanto la Regina sta già pensando al prossimo compleanno, quello del 2021, quando Filippo compirà 100 anni: lì non potrà tirarsi indietro ai festeggiamenti e al chiasso.

Chi è Filippo di Edimburgo, l’uomo che ha rubato il cuore alla più longeva reale di tutti i tempi

Nipote del Re di Grecia Costantino I, Filippo a causa della guerra tra Grecia e Turchia trascorse pochi anni nella terra natia, trasferendosi dapprima in Francia e poi in Inghilterra. Ha avuto una brillante carriera in marina, forgiandosi di medaglie e riconoscimenti. Conobbe la regina nel 1939 e, nel 1946, Filippo chiese a Re Giorgio VI la mano della figlia Elisabetta. Per il matrimonio, Filippo rinunciò ai suoi titoli nobiliari greci e danesi e si convertì alla religione anglicana. Adottò il cognome di suo zio, Mounthbatten. Il matrimonio avvenne il 20 novembre 1947 e lì Filippo venne insignito della carica di Duca di Edimburgo. Divenne principe solo per editto della Regina Elisabetta nel 1957.

Continua a leggere

Attualità

Scarpe per il distanziamento sociale e altre idee innovative ai tempi del Coronavirus

Pubblicato

il

Scarpe per il distanziamento sociale e altre idee innovative ai tempi del Coronavirus

Scarpe per il distanziamento sociale e altre idee innovative ai tempi del Coronavirus. Di necessità virtù. Avrà pensato questo Grigore Lup, proprietario di un laboratorio in Transilvania, quando ha realizzato una scarpa numero 75. Lo scopo? Mantenere il distanziamento sociale. Il prezzo? Più o meno 100 euro. Le scarpe in questione permettono di mantenere il metro di distanza di sicurezza tra gli interlocutori. Grigore, come tutti, ha subito lo stop forzato della sua attività a Cluj Napoca, vicino Bucarest e così ha sfruttato il tempo di blocco per realizzare questo innovativo stratagemma. Gli ordini arrivano da tutto il mondo e stanno già spopolando sui social.

Non solo scarpe: ecco altre idee bizzarre per il distanziamento sociale, tra utile e dilettevole

Durante i mesi di pandemia, soprattutto in Italia,uno dei problemi più seri era la mancanza di respiratori, i macchinari che hanno salvato la vita a molte persone colpite dal Covid-19. E così, per far fronte alla carenza, una azienda bresciana ha pensato di riutilizzare le maschere da sub del Decathlon. Si avete capito bene, le maschere da snorkeling EasyBreath che di solito si usano in mare. Un ex primario dell’ospedale di Gardone Val Trompia ha avuto l’idea di trasformarle in respiratori grazie ad una valvola stampata in 3D dall’azienda Isinnova. Risultato? più di 1000 pezzi realizzati gratuitamente e che hanno in molti casi fatto la differenza.

Ma non c’è stata solo l’innovazione tecnologica a farla da padrone. In tutto il mondo scarseggiavano le mascherine e allora spazio alla fantasia. C’è chi ha usato una foglia di lattuga con tre buchi, bottiglioni d’acqua come visiere o i reggiseni. E adesso? Adesso via alla fantasia: tra chi usa pannelli di fiori nei ristoranti al posto degli asettici plexiglas, ai vestiti allargati fino al dosatore di ostia in chiesa per fare la comunione in totale sicurezza.

Continua a leggere

Curiosità

Le Serie Tv in quarantena, quali sono state le più viste in America

Pubblicato

il

Le Serie Tv in quarantena, quali sono state le più viste in America

Le serie Tv in quarantena, quali sono state le più viste in America. Specchio specchio delle mie brame quale è la serie Tv più vista nel reame? Il regno in questione sono gli Stati Uniti d’America e la risposta ci arriva da Cable Tv. La ricerca condotta su circa 7000 spettatori ha portato a stilare la classifica di quelle che sono state le serie Tv più viste durante la quarantena. I titoli più popolari sono stati analizzati con Google Trends Data dal 1 marzo al 21 aprile 2020.

Ricerca abbastanza semplice da condurre, se si pensa che in questi mesi gli americani hanno trascorso 400 miliardi di minuti in più davanti alla televisione. Di dati da analizzare ne hanno avuti a sufficienza. And the winner is? Le serie Tv retrò, quelle terminate negli anni ’90 ma ancora fanno breccia nei nostri cuori. Vince su tutte Friends, la sit-com per eccellenza della NBC è risultata la più vista in ben 11 stati.

Le serie Tv più viste in quarantena negli Stati Uniti d’America, ecco la classifica stilata da CableTv

Gli Stati che hanno guardato la serie Tv Friends sono: California, Georgia, Florida, Lousiana, Maryland, Massachusetts, New Hampshire, New York, North Carolina, Texas e Virginia. Come si vede dalla cartina, la stragrande maggioranza degli americani ha preferito il vintage alle nuove serie Tv. Le avventure di Rachel, Joy, Monica, Chandler, Ross e Phoebe fanno ancora breccia nei cuori dei telespettatori dopo così tanti anni.

A sorpresa al secondo posto nella classifica troviamo una recente produzione Netflix, Rick e Morty, una serie animata che è arrivata con nuovi episodi durante la quarantena. Spuntano anche altri titoli vintage: Una mamma per amica, Willy il principe di Bel Air e How I meet your mother. Continuano la classifica altri titoli famosi: Shamless, Grey’s Anatomy, Chicago P.D., Breaking Bad e The Vampire Diaries.

Come si collocano le serie Tv nella cartina geografica, curiosità e qualche conferma

Tra le curiosità di questa ricerca spunta la diversificazione geografica delle serie Tv. Ovviamente non sorprende la popolarità di Breaking Bad in Nuovo Messico, dato che parte della serie è stata girata proprio in quelle zone. Per le stesse ragioni trionfa Chicago P.D. in Illinois e Ozark nel Missouri. Una sorpresa è invece Parks and Recreation nella Hawaii, vista la cospicua flotta di serie Tv girate nelle isole come Hawaii Five-O o Magunm P.I.

Continua a leggere

Curiosità

Arriva iOS 13.5: Apple alle prese con Face ID e mascherina

Pubblicato

il

Arriva iOS 13.5: Apple alle prese con Face ID e mascherina

Arriva iOS 13.5: Apple alle prese con Face ID e mascherina. Apple si aggiorna e lancia iOS e iPadOS 13.5. Questa settimana il colosso di Cupertino ha rilasciato l’aggiornamento software per gli iPhone e gli iPad introducendo delle novità. Nuove funzionalità per le notifiche di esposizione e FaceTime, un miglioramento per il Face ID in caso di mascherina e la risoluzione di alcuni bug. Inoltre, i dispositivi che non supportano iOS 13 si troveranno iOS 12.4.7. Mentre per gli HomePod, lo smart speaker di casa Apple, è disponibile l’aggiornamento 13.4.5. Per installare l’aggiornamento basta andare su Impostazioni > Generali > Aggiornamento software. Ecco tutte le novità di iOS 13.5.

iOS 13.5: cosa cambia?

Notifiche di esposizione

Le notifiche di esposizione potranno essere sfruttate dalle app ufficiali delle organizzazioni sanitarie di tutto il mondo. Cosa vuole dire? Ai tempi del Covid-19 sappiamo tutti quanto sia importante tracciare i movimenti di un soggetto positivo o di colui che inconsapevolmente è stato in contatto con quest’ultimo. Il Governo italiano sta provvedendo al monitoraggio e al tracciamento dei contagi e dei contatti tra i contagiati mediante Immuni. Deve, però, esserci un sistema di comunicazione impostato dall’utente sullo smartphone. Mediante l’utilizzo di specifiche API –  non quelle che producono il miele ma quelle procedure che permettono ad un’applicazione di funzionare come deve – si potrà designare un sistema comunicativo. Così l’utente potrà ricevere una notifica quando sarà vicino a un contatto “a rischio” o alla ricezione dell’esito del tampone. Non vuoi? Niente paura, tale sistema funziona solo se abilitato dall’utente.

Face ID

Una novità interessante riguarda l’aggiornamento del Face ID. Come riporta iPhone Italia, sono tempi duri per la funzione del Face ID considerando che ormai la nostra faccia non è totalmente visibile al dispositivo, causa mascherina. iOS 13.5 semplifica il processo di sblocco per i dispositivi con Face ID proprio quando si indossa la mascherina. In più, dopo aver fatto scorrere verso l’altro la parte inferiore della schermata di blocco apparirà automaticamente il campo passcode. Funzionalità valida anche per le autenticazioni su App Store, Apple Books, iTunes, Apple Pay e altre che usufruiscono del Face ID.

Arriva iOS 13.5: Apple alle prese con Face ID e mascherina

Arriva iOS 13.5: Apple alle prese con Face ID e mascherina

In questo modo, il Face ID sarà in grado di rilevare se hai la mascherina o meno e ti mostrerà automaticamente la schermata per inserire la passcode con uno swipe up. Quindi, se non hai la mascherina tutto come prima, il Face ID ti riconosce e sblocca il dispositivo. Se hai la mascherina, invece, scrollando verso l’alto potrai inserire il codice. Forse sarebbe stato più semplice eliminare anche lo scrolling ma è sicuramente un aggiornamento utile. Che ne pensi?

FaceTime e altre novità

In merito a FaceTime la modifica riguarda il ridimensionamento automatico delle schermate dei singoli utenti in una video chiamata di gruppo. In questo modo i riquadri video non cambieranno dimensione quando parla un partecipante. Spetta sempre a te il compito di accettare tale funzionalità dalle impostazioni di FaceTime. Altre novità riguardano le informazioni del nostro ID medico ai primi soccorsi che rispondono alla chiamata d’emergenza. Questo è possibile se si dà il consenso sulla condivisione sullo stato di salute dal pannello delle impostazioni dell’app Salute. Questa condivisione però permette ai medici di conoscere subito informazioni inerenti allergie o eventuali patologie attuali e precedenti. Inoltre, per gli amanti di Instagram e della musica sarà possibile condividere un brano da Apple Music sulle storie di Instagram.

Arriva iOS 13.5: Apple alle prese con Face ID e mascherina

Arriva iOS 13.5: Apple alle prese con Face ID e mascherina

Risoluzione bug

Non solo novità importanti ma anche risoluzione di bug. Come per ogni aggiornamento, anche iOS 13.5 ha fixato alcuni problemi:

  • la schermata nera che poteva apparire agli utenti quando riproducevano un video in streaming da alcuni siti web;
  • suggerimenti e azioni del foglio di condivisione che non erano caricati.

Continua a leggere

Cinema

Stephanie Meyer rivela il quarto capitolo della saga di Twilight

Pubblicato

il

Stephanie Meyer rivela il quarto capitolo della saga di Twilight

Stephanie Meyer rivela il quarto capitolo della saga di Twilight. Le love story nei film lasciano sempre gli spettatori incollati allo schermo. Figuriamoci poi, se nel rapporto di amore, viene inserita una faida tra vampiri e licantropi. Già, immagino abbiate capito che mi sto riferendo a Twilight, il noto romanzo trasformato nel film campione di incassi con protagonista Kristen Stewart nel ruolo della dolce Isabella Swan e Robert Pattinson nei panni del tenebro vampiro Edward Cullen. L’ideatrice del libro Stephanie Meyer, si era fermata nell’ormai lontano 2007 con la pubblicazione del terzo capitolo, Eclipse, ma è di oggi la notizia ufficiale che vuole la scrittrice pronta a creare un nuovo capitolo della saga.

Stephanie Meyer: “Sarà un libro incentrato sul passato di Edward Cullen”

Stephanie Meyer è stata la prima a spargere degli indizi per attirare l’attenzione dei propri fan. Sul sito della scrittrice era infatti apparso un countdown nei precedenti giorni, che faceva presagire qualcosa nell’aria. Bene, quel qualcosa si è trasformato effettivamente in una ufficializzazione bella e buona. L’autrice, ha infatti svelato come stia lavorando ad un sequel di Twilight ed ha persino rivelato il nome della sua quarta creatura. Si chiamerà Midnight Sun.

Il libro, stando alle parole della Meyer, esaminerà il passato di Edward Cullen e cercherà di indagare nel suo subconscio per provare a fare chiarezza sulle ragioni per le quali, il misterioso vampiro sia spinto da un amore cosi cieco per la sua bella, da metterla persino in pericolo di vita. Insomma, una notizia davvero entusiasmante per tutti coloro che hanno da sempre seguito la saga di Twilight!

Continua a leggere

Curiosità

Gigi Hadid è incinta, arriva il primo figlio con Zayn Malik

Pubblicato

il

Gigi Hadid è incinta, arriva il primo figlio con Zayn Malik

Gigi Hadid è incinta, arriva il primo figlio con Zayn Malik. La giovane coppia Hadid-Malik allargherà presto la famiglia con un +1. La modella statunitense Gigi Hadid sembrerebbe sia in attesa di un bebè con il fidanzato Zayn Malik. Stando ai rumors dati per certi dal sito americano TMZ, Gigi Hadid è “incinta da 20 settimane“. Sembra che una fonte a loro molto vicina abbia dato la dolce notizia. Non si sa ancora nulla sul sesso.

Qualche giorno fa Gigi ha festeggiato i suoi 25 anni insieme alla sua famiglia in quarantena e con il fidanzato Zayn. Sui social parla del “giorno più dolce per festeggiare” lasciando alcuni dubbi sul riferimento alla mega torta-bagel consegnatale da Buddy Valastro o alla dolce attesa. Ma non è tutto. I fans hanno indagato e trovato indizi interessanti.

https://www.instagram.com/p/B_Yt2dBnl7b/?utm_source=ig_web_copy_link

Cosa hanno scoperto i fans?

Non essendoci un annuncio ufficiale, tutto il mondo ha cercato conferma dai profili ufficiali dei due giovani. Partendo dalle foto di festeggiamento del compleanno, Gigi tiene in mano il palloncino a forma di 2 con un nastro azzurro, mentre la sorella Bella Hadid tiene il numero 5 con un nastro rosa. Secondo alcuni fans, questo potrebbe indicare il sesso del bambino che quindi sarebbe maschio.

In più, anche la sorella Bella ha dato qualche indizio. Sulle storie ufficiali, l’altra modella di casa Hadid ha mostrato le buste con i regali per Gigi, coprendo però una scritta con un emoticon di un girasole. Pensava di nascondere il brand ai fans ma si sbagliava perché c’è chi l’ha scovato, individuando la scritta “Ciao piccolo“.

Difficile non credere alla dolce attesa dopo tutti questi indizi.

L’amore con Zayn tra alti e bassi

La modella statunitense gode di fama internazionale. Protagonista di molte campagne pubblicitarie di brand come Versace, Valentino o Prada, – solo per citarne alcuni – Gigi è la quinta modella su Forbes 2017 con un guadagno di 9.5 milioni di dollari. Tutti fanno a gara per averla in passerella, non solo per la sua bellezza ma anche per la sua professionalità nel lavoro. Attivista e ambasciatrice per UNICEF, la modella conosce il cantante Zayn Malik, un ex One Direction, in occasione del videoclip di un suo singolo, Pillowtalk, a cui partecipa nel 2016. Da lì i due iniziano a frequentarsi e ad avere una relazione fino a marzo 2018. Il mese successivo tornano insieme e poi si rilasciano. Alcuni tira e molla ma la coppia non si è mai separata. In realtà, l’anno scorso, a dicembre sono tornati insieme. E adesso, ecco la bella notizia.

Continua a leggere

Attualità

L’asteroide che il 29 aprile sfiorerà la Terra, sembra che porti la mascherina

Pubblicato

il

L'asteroide che il 29 aprile sfiorerà la Terra, sembra che porti la mascherina

L’asteroide che il 29 aprile sfiorerà la Terra, sembra che porti la mascherina. Si chiama 1998 OR2, ed è l’asteroide che, secondo la NASA, il 29 aprile prossimo potrebbe sfiorare la Terra. L’Osservatorio di Arecibo, a Puerto Rico, ne starebbe monitorando l’avvicinamento. Il Radar che controlla l’asteroide, avrebbe inviato le ultime immagini scattate di 1998 OR2. L’immagine è stata poi postata sul social network Twitter, e l’asteroide sembrerebbe presentare un volto alquanto bizzarro, come se indossasse una mascherina.

Il Team di osservatori, però, ha poi spiegato che in realtà si tratterebbe di un effetto ottico causato dalla luce del sole sulla superficie dell’asteroide. L’Osservatorio di Arecibo ha così accompagnato il tweet della foto: “Il personale sta adeguando le misure di sicurezza necessarie mentre continuano le osservazioni. Questa settimana abbiamo osservato l’asteroide 1998 OR2 e sembra indossare una mascherina! E’ lungo 1,5 chilometri e sta attraversando le 16 distanze lunari“.

L'asteroide con la mascherina

L’asteroide con la mascherina

1998 OR2, caratteristiche ed aspetto dell’asteroide che il 29 aprile “sfiorerà” la Terra

L’asteroide 1998 OR2, dunque, passerà in una distanza relativamente vicina alla Terra, 6,2 milioni di chilometri, il 29 aprile 2020 alle 11:56 ora italiana. Il diametro della roccia spaziale sarebbe stimato tra 1,8 e 4,1 chilometri, mentre viaggerebbe ad una velocità di 8,7 chilometri al secondo. Secondo quanto riferito dalla NASA, comunque, l’asteroide non rappresenterebbe un pericolo per l’umanità. La Luna, ad esempio, sarebbe infatti molto più vicina, con i suoi 384.400 chilometri.

L’asteroide 1998 OR2, infatti, aveva destato preoccupazione, in quanto era stato definito oggetto potenzialmente pericoloso. L’Agenzia Governativa Spaziale Americana, però, ha poi spiegato che quella è una nomenclatura utilizzata in maniera standard per asteroidi o comete. Si tratta di oggetti definiti pericolosi perché si avvicinano all’orbita terrestre con dimensioni tali da rappresentare un pericolo in caso di impatto con la Terra. 1998 OR2, però, transiterà a distanza di sicurezza. La NASA, inoltre, ha ribadito che ogni giorno milioni di asteroidi transitano vicino la Terra e che, quello in transito il 29 aprile, sarà osservabile anche da telescopi piccoli, anche se sarà basso sull’orizzonte.

Continua a leggere

Attualità

Per il coronavirus arrivano i cani da fiuto dalla Gran Bretagna

Pubblicato

il

Per il coronavirus arrivano i cani da fiuto dalla Gran Bretagna

Coronavirus, formata la squadra di cani da fiuto. Si tratta di un progetto di addestramento svolto in collaborazione con la London School of Hygiene and Tropical Medicine (LSHTM) e la Durham University. I cani fanno parte del team Medical Detection Dogs di Milton Keynes. Sono sei cani e sono i primi ad essere stati individuati per l’addestramento. Si tratta di un progetto che renderà questi cani capaci di fiutare il coronavirus nelle persone. In attesa ovviamente che si sviluppi un vaccino. Il loro addestramento durerà dalle 6 alle 8 settimane. Una volta finito, saranno in grado di compiere una diagnosi non invasiva delle persone. Quindi potranno essere utilizzati in grandi aree come aeroporti o stazioni, in modo da identificare i possibili infetti.

I cani non rischiano di contrarre il coronavirus

A riportare la notizia è Il sole 24 Ore. Ovviamente i 6 amici a quattro zampe hanno anche dei nomi: Norman, Digby, Storm, Star, Jasper e Asher. Tutti del Regno Unito, di diversa razza ed età. Sono tanti i cani che ci aiutano in molte occasioni. Ci sono i cani da fiuto da droga, per i soldi, armi ed esplosivi. Ora avremo anche quelli per il coronavirus. I campioni di virus, su cui si addestreranno i cani, non sono attivi, per cui loro non corrono alcun rischio. I sei cani saranno sottoporranno a screening qualsiasi individuo, anche chi asintomatico.

Inoltre, secondo quanto dichiarato dalla CEO di Medical Detection Dogs, Claire Guest, “quando incontreranno le persone, i cani non dovranno entrarvi in contatto ma annuseranno solo l’aria intorno, per prevenire il rischio di diffusione del virus”. Una volta individuati i possibili sospetti, questi saranno poi sottoposti a tamponi ed altri controlli del caso. Una bellissima ed importante iniziativa di cui faranno parte questi sei cani, uno dei quali pare sia “raccomandato”. Asher è infatti il miglior amico della stessa Claire Guest, CEO della ONLUS.

Continua a leggere

I più letti