fbpx

WHO: i risultati ufficiali dello studio sulla salute di bambini e adolescenti

Uno studio condotto dalla Who, Organizzazione mondiale della sanità, su bambini e adolescenti sulla salute fisica e mentale è stato pubblicato ieri a Copenaghen, in Danimarca. I dati riguarderebbero il periodo tra il 2014 ed il 2018 su ragazzi di 45 Paesi. Lo studio ha esaminato la crescita dell'uso di tecnologie digitali con conseguente aumento di Cyberbullismo. Alto l'indice del consumo di alcol; in molti non fanno attività fisica né rispettano le indicazioni alimentari

WHO: i risultati ufficiali dello studio sulla salute di bambini e adolescenti. Copenaghen, Danimarca, 19 maggio 2020. Il report riporta dati sullo stato fisico, le relazioni sociali e mentali di 227.441 bambini in età scolastica, ossia 11,13 e 15 anni, provenienti da 45 Nazioni. Questo studio perciò potrebbe essere una base per studi futuri che possano misurare l’impatto del Covid-19 sulla vita dei giovani ragazzi. Uno studio pubblicato oggi dall’Ufficio Regionale per l’Europa (Who) è stato condotto dall’Istituto Internazionale in bambini in età scolastica. La ricerca è stata condotta su bambini di 11 anni, 13 e 15 anni, provenienti da 45 Nazioni. Questa avrebbe dimostrato che gli adolescenti presenterebbero disturbi mentali in alcuni Paesi tra il 2014 ed il 2018.

Il Dottor Hans Henri P. Kluge, Direttore Regionale per l’Europa di Who, avrebbe dichiarato che ci sarebbe un incremento di ragazzi e ragazze nella Regione Europea che riporterebbero poca salute mentale. Molti si sentono nervosi o irritabili, motivo di preoccupazione per loro. “Come noi risponderemo alla crescita di questo problema sarà un eco per le future generazioni. Investire nei giovani può, ad esempio, assicurare che abbiano accesso facile a servizi di salute mentale, appropriate ai loro bisogni, comprendere tre punti: acquistare salute, sociale ed economica, può fornire agli adolescenti di oggi, adulti del domani e future generazioni“.

WHO - World Health Organization
WHO – World Health Organization

Bambini, ecco i risultati dello Studio di Who

I riflettori sul benessere della salute degli adolescenti mostra che il benessere mentale declina come i bambini crescono, con le donne particolarmente a rischio di avere povertà mentale rispetto agli uomini. Un adolescente su quattro si sente nervoso, irritabile, ha difficoltà nel dormire, almeno una volta a settimana. L’indagine riporta una sostanziale variazione nel benessere mentale tra i Paesi.

Questo indicherebbe che fattori culturali, politici ed economici potrebbero giocare un ruolo nel favorire il benessere mentale. In circa un terzo delle Nazioni, l’indagine avrebbe riportato un rischio in adolescenti sotto pressione scolastica, con i ragazzi cui piace la scuola in diminuzione rispetto al 2014. In molte Nazioni l’esperienza peggiora con l’età, con la soddisfazione scolastica e la percezione degli adulti di un supporto calante da parte degli insegnanti non appena la pressione scolastica aumenti.

Lo studio ha esaminato la crescita dell’uso di tecnologie digitali lungo il cambiamento del benessere mentale tra ragazzi nelle diverse Regioni. Chiaramente le tecnologie avrebbero benefici, ma potrebbero anche amplificare vulnerabilità. Questi, infatti, potrebbero introdurre problemi come cyberbullismo, che in maniera non proporzionale colpisce maggiormente le ragazze. Un adolescente su 10 avrebbe riportato di essere stato vittima di cyberbullismo negli ultimi due mesi.

cyberbullismo tra i bambini
cyberbullismo tra i bambini

Cyberbullismo: maggiormente colpite le ragazze

Il Dottor Jo Inchley, Coordinatore della HBSC, Università della Scozia, si è così espresso. “E’ preoccupante vedere come gli adolescenti ci dicano del loro malessere mentale. Noi dobbiamo prendere questo messaggio con serietà, avere una buona salute mentale è parte essenziale della crescita adolescenziale“. I rischi influirebbero sul comportamento, la nutrizione e l’inattività fisica, che sono ancora le sfide principali. Il report riporterebbe problemi nell’Unione Europea ed in Canada, dove la HSBC fa indagini ogni 4 anni. Altre chiavi incluse in questi studi includerebbero rischi sessuali che resterebbero una preoccupazione. 1 adolescente su 4, infatti, avrebbe relazioni sessuali senza protezioni. A 5 anni, 1 ragazzo su 4 ed una ragazza su 7, avrebbero avuto rapporti sessuali.

cyberbullismo più frequente tra le ragazze
cyberbullismo più frequente tra le ragazze

Alcol e fumo sono continuati a diminuire, ma il numero di attuali alcolizzati e fumatori resta alto tra i quindicenni, con l’alcol tra le sostanze più usate. Un quinto dei ragazzi di 15 anni hanno bevuto almeno 2 volte o più nella loro vita, almeno 1 su 7, invece, aveva bevuto negli ultimi 30 giorni. Meno di 1 su 5 sono andati incontro alla raccomandazioni di WHO sull’attività fisica. I livelli sono in ribasso rispetto ad un terzo delle Nazioni rispetto al 2014, soprattutto tra i ragazzi. La partecipazione resterebbe molto bassa tra le ragazze e adolescenti vicini all’età adulta.

Who, alta percentuale di alcolisti e fumatori tra i bambini. In molti non fanno attività fisica nè rispettano le indicazioni alimentari

In molti non rispetterebbero i consigli nutrizionali, indebolendo la loro capacità di crescita fisica. Circa 2 adolescenti su 3 non mangiano abbastanza cibi nutrienti, 1 su 4 mangia dolci ed 1 su 6 consuma bevande zuccherate ogni giorno. I livelli di sovrappeso ed obesità sono risaliti dal 2014, e adesso affliggono un bambino su 5. I livelli più alti sarebbero registrati tra i ragazzi ed i bambini più piccoli. 1 adolescente su 4 si percepisce troppo grasso, soprattutto le ragazze. Come gli ultimi studi della HBSC, con risultati risalenti al 2017/2018, il mondo adesso sta combattendo con la pandemia del Covid-19. Il prossimo studio, i cui risultati dovrebbero arrivare nel 2021/2022, rifletteranno inevitabilmente l’impatto della pandemia sui giovani.

L’ampio raggio di problemi scoperti dagli studi della HBSC daranno dati importanti sulla vita di oggi degli adolescenti. Si dovrebbe inoltre provvedere ad una costruzione di misure sull’impatto del Covid-19 sugli adolescenti, quando emergeranno i prossimi risultati nel 2022. Questo il consiglio di Martin Weber, Program Manager per la Salute di Adolescenti e Bambini dell’Ufficio Regionale per l’Europa di Who. “I dati comparati ci daranno la misura e l’estensione di come la chiusura delle scuole ed i lockdown abbiano toccato le interazioni sociali tra gli adolescenti, la loro salute fisica e mentale“.

Che cos’è l’HBSC e dove si trova

Gli studi di HBSC hanno tracciato l’esperienza degli adolescenti per 35 anni. E’ un’importante strumento per identificare i processi lungo un ampio numero di indicatori fisici e sociali ed evidenziare le aree che richiedono maggiori interventi politici e sociali. I dati di HBSC sono utilizzati a livello regionale, nazionale ed internazionale per dare nuovi dati sul benessere fisico degli adolescenti, capire le determinazioni sociali ed informare la politica cercando di migliorare le condizioni di vita in Unione Europea e Canada. Il Coordinamento Internazionale HBSC è nell’Università di Glasgow, in Scozia, nel Regno Unito. Maggiori dettagli sugli studi e sulle Nazioni partecipanti si possono trovare sul sito hbsc.org.

hbsc - locandina
hbsc – locandina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui