fbpx

Strage Bataclan, ritrovata in Abruzzo la porta di Banksy dedicata alle vittime

E' stata rinvenuta in un piccolo paese abruzzese la porta del Bataclan, il teatro di Parigi scenario degli attentati terroristici del 2015. La porta era diventata la tela dell'opera di Banksy in onore delle vittime

Strage Bataclan, ritrovata in Abruzzo la porta di Banksy dedicata alle vittime. Sembrava sparita nel nulla e, invece, è stata ritrovata lo scorso 10 giungo in un casale della campagna abruzzese. Non stiamo parlando di una persona, ma bensì di una porta. E’ una porta speciale però: si tratta infatti di una delle porte del teatro Bataclan di Parigi. Come molti di voi ricordano, la sera del 13 novembre 2015 ci fu all’interno del locale uno dei più atroci attentati terroristici in Europa per mano del gruppo islamista ISIS.

Banksy per omaggiare le vittime, decise di dipingere su una porta di sicurezza del teatro Bataclan una delle sue opere. Raffigura una donna in lutto per le 90 vittime dell’attentato. La direzione del Bataclan si disse profondamente indignata per il furto di un’opera che “apparteneva a tutti”.

Ritrovato il murales sulla porta di Banksy : rubato a Parigi, è apparso nelle campagne abruzzesi

La compagnia dei carabinieri di Alba Adriatica ha rinvenuto l’oggetto del furto nelle campagne abruzzesi, abbandonato in un locale a Tortoreto. E’ il Procuratore de L’Aquila, Michele Renzo, a darne la notizia: le indagini, condotte grazie alla collaborazione tra polizia italiana e francese, hanno ricostruito la dinamica del furto avvenuto a gennaio 2019.

Il furto era organizzato molto nel dettaglio: i ladri, operando di notte, hanno usato delle smerigliatrici angolari per tagliare minuziosamente la porta; poi, l’hanno montata su di un camion e sono sfuggiti. Resta da capire ancora come sia arrivata dalla Francia sino in Abruzzo. “Non abbiamo elementi concreti sul perché era in Italia e in particolare in Abruzzo, la cosa che conta è che abbiamo recuperato un’opera che è il ricordo di un evento tragico e che è il simbolo della lotta al terrorismo.”

Le indagini proseguono, esclusa la pista terroristica

Questa mattina durante la conferenza stampa tenutasi nel tribunale de L’Aquila, il Procuratore ha parlato con i giornalisti affermando che le indagini sono tutt’ora in corso. Non ci sono indagati né provvedimenti restrittivi ma, soprattutto, non ci sono collegamenti con le cellule terroristiche islamiste. La casa dove è stata ritrovata la porta di Banksy è in affitto ad una famiglia cinese, che però era all’oscuro di tutto. Il comandante dell’arma dei Carabinieri Emanuele Mazzotta ha spiegato che l’opera tornerà presto a Parigi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui