fbpx

Reddito di cittadinanza, accolte due terzi delle domande

Introdotto circa un anno fa, nel marzo del 2018, per il reddito di cittadinanza ci sono state 1,8 milioni di richieste. Solo due terzi di queste sono state accolte

Reddito di cittadinanza, accolte due terzi delle domande. L’obiettivo iniziale del reddito di cittadinanza non doveva semplicemente essere quello assistenziale. L’altra missione, della misura proposta e attuata grazie al Movimento 5 stelle, era quella di accompagnare ed aiutare le persone a trovare un impiego, in modo da non aver bisogno poi di ulteriori aiuti. Missione miseramente fallita quest’ultima. In media, secondo quanto riportato da Il Messaggero, l’assegno è pari a 552 euro al mese. Poco meno di un milione di famiglie in tutta Italia vive grazie al Rdc.

La missione fallita

Il numero che mostra come la missione “impiego” del reddito di cittadinanza sia fallita è quello su gli occupati grazie al Rdc stesso. Solo 40 mila infatti sono coloro che sono riusciti a trovare un’occupazione dopo un anno dall’attivazione del reddito. Lo strumento si è rivelato per ciò di cui era accusato inizialmente, una mera iniziativa assistenziale, l’ennesima. Inutile per aiutare a trovare lavoro, utile per creare lavoro nero. La cosa che soddisfa è che al momento è l’unica (forse) risorsa per molte persone che al momento stanno vivendo una situazione d’emergenza.

I numeri

Le richieste effettuate per il diritto al reddito di cittadinanza sono state 1,8 milioni. Circa il 26% di queste non avevano i requisiti adatti, per cui le domande sono state cancellate o respinte. Il 6% delle domande è in attesa di elaborazione. Quindi solo il 68% di queste sono state accettate e attivate. La grande maggioranza delle famiglie richiedenti vivono al sud e nelle isole(61%). Solo il 6% delle domande accolte è stata richiesta da un nucleo familiare composto da cittadini extra-comunitari con permesso di soggiorno e il 4% da cittadini europei. Ciò che possiamo estrapolare da questi dati è comunque la difficoltà di un paese ad attuare riforme strutturali decise per un avanzamento delle imprese, oltre che di un miglioramento della vita dei cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui