fbpx

Papa Francesco, il 14 maggio preghiera per sconfiggere il virus

Papa Francesco, nella domenica del Buon Pastore, prega per pastori e medici che hanno perso la vita a causa del Coronavirus. A termine, avrebbe indetto per il 14 maggio, una preghiera per sconfiggere il virus. Poi, con una metafora, attacca il leader della Lega Matteo Salvini

Papa Francesco, il 14 maggio preghiera per sconfiggere il virus. E’stata una celebrazione molto intensa quella di Papa Francesco questa mattina nella Chiesa di Santa Marta. Il Pontefice, che si trova a Santa Marta a causa del lockdown per il Coronavirus, avrebbe innanzitutto dichiarato una giornata di preghiera per invocare Dio affinché aiuti l’uomo a sconfiggere la pandemia.

Il Santo Padre, al termine del Regina Coeli, avrebbe indetto questa giornata per il 14 maggio, in un mese importante come maggio, dedicato alla Madonna. Nella preghiera verrà chiesto a Dio anche di aiutare gli scienziati a trovare un vaccino, unico modo per contrastare il Coronavirus. Per quella giornata Bergoglio avrebbe invitato i fedeli anche al digiuno, per contrastare le difficoltà sociali ed economiche derivanti dalla pandemia.

Papa Francesco prega per i tanti sacerdoti e medici che hanno perso la vita a causa del Coronavirus

Nella domenica in cui la Chiesa ricorda Gesù Buon Pastore, Papa Francesco avrebbe rivolto il suo pensiero ai tanti pastori e medici che hanno perso la vita in questi mesi difficili a causa del Covid-19. In Italia, infatti, sarebbero oltre 100 i pastori e 154 i dottori caduti nella guerra invisibile contro il virus. Nell’omelia il Santo Padre ha detto che tra i segni del Buon Pastore ci sarebbero mitezza e tenerezza, un’idea di comunità e di bontà.

Durante la Santa Messa celebrata a Santa Marta, poi, Bergoglio non avrebbe risparmiato una frecciatina indiretta al leader della Lega Matteo Salvini. Il Pontefice, infatti, per definire il capo politico del centrodestra, avrebbe utilizzato la metafora del finto pastore che sfrutterebbe il suo gregge soltanto per fare soldi o carriera. Secondo il Santo Padre, con un buon pastore il gregge può andare avanti. Questi, infatti, ascolta il gregge, lo guida e lo cura, con il gregge che, al contempo, sarebbe dal canto suo in grado di individuare un buon pastore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui