fbpx

Omicidio Melania Rea, Salvatore Parolisi libero per buona condotta

Omicidio Melania Rea, Salvatore Parolisi libero dopo 9 anni. L'ex membro dell'Esercito Italiano, che uccise la moglie il 18 aprile 2011 sul pianoro San Marco tra Marche ed Abruzzo, potrà godere di 45 giorni di libertà al termine del Coronavirus. L'ira della famiglia della moglie contro la decisione dei giudici

Omicidio Melania Rea, Salvatore Parolisi libero per buona condotta. Salvatore Parolisi, assassino della moglie Melania Rea, potrebbe presto tornare libero. L’uomo era stato condannato a scontare 20 anni di carcere per l’omicidio, ma sarà presto scarcerato per buona condotta. I fatti erano avvenuti il 18 aprile del 2011, nel boschetto sul pianoro San Marco, tra le province di Ascoli Piceno e Teramo, al confine tra Marche ed Abruzzo. Ai tempi si parlava come movente di una possibile amante che Parolisi potesse avere all’interno della Caserma di Ascoli Piceno dove entrambi lavoravano.

Parolisi e la moglie, infatti, quel pomeriggio erano andati lì con la figlioletta per trascorrere qualche ora insieme. Per Parolisi, che starebbe scontando la pena nel carcere di Bollate, si tratterebbe di un premio. La scarcerazione si concede infatti solitamente a chi ha trascorso metà della pena senza causare problemi nella casa circondariale in cui ci si trova. L’ex membro dell’Esercito Italiano, comunque, non ha mai confessato l’omicidio della moglie Melania Rea.

Omicidio Melania Rea, scarcerazione di Salvatore Parolisi rinviata a causa del Coronavirus

La scarcerazione di Salvatore Parolisi, dunque, sarebbe dovuta già avvenire. Ma, come riferito dal settimanale Giallo, sarebbe stata rimandata a causa dell’emergenza Coronavirus che sta colpendo l’Italia. Ci sarebbe comunque da precisare che il permesso premio non consentirà comunque la completa scarcerazione, ma avrebbe validità per 45 giorni. La famiglia della donna originaria di Napoli, comunque, non avrebbe preso molto bene la notizia, come rivelato dal fratello Michele Rea.

Quest’ultimo, con rabbia e fermezza, avrebbe dichiarato come sia assurdo che un condannato in via definitiva per aver ucciso la moglie possa uscire di galera dopo soli 9 anni. Il fratello di Melania Rea avrebbe inoltre sottolineato come abbia in questo modo l’opportunità di rifarsi una vita. Tutto questo dopo aver invece distrutto quella della moglie e, soprattutto, quella della figlia che oggi ha soli 10 anni, costretta a vivere senza una madre e senza un padre. Inoltre, per il signor Rea, il comportamento da detenuto modello in carcere di Salvatore Parolisi, sarebbe solo una strategia. Il presunto omicida, infatti, sarebbe a conoscenza che quello è l’unico modo che possa aiutarlo ad uscire presto dal carcere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui