fbpx

Olanda, focolaio Covid-19 in allevamento di visoni

Olanda, un focolaio di Coronavirus in un allevamento di visoni. Saranno utilizzati per studiare la circolazione del virus negli animali. Allevati nel Nord-Est della Cina, dal 2024 saranno banditi in molti Paesi Europei

Olanda, focolaio Covid-19 in allevamento di visoni. In Olanda si sarebbe verificato uno strano focolaio dovuto al Coronavirus. Questi, infatti, si sarebbe introdotto in un allevamento di visoni, secondo quanto riportato da Ansa.it. La notizia sarebbe stata resa nota dall’Organizzazione Mondiale per la salute animale. L’Istituto olandese per la sanità pubblica e l’ambiente, invece, avrebbe comunicato che gli animali in questione non saranno abbattuti. Ciclisti e pedoni, intanto, avrebbero avuto interdetto il passaggio nelle vicinanze proprio dell’allevamento.

Gli animali, inoltre, non saranno neanche spostati. Questo, infatti, servirà a contenere la diffusione del contagio, anche tra i membri del personale in servizio. A questi dovranno essere forniti anche dispositivi di protezione. Ognuno di loro, inoltre, dovranno anche notificare l’eventuale comparsa di segni di infezione da Coronavirus presenti negli animali in futuro.

Olanda, focolaio di Coronavirus in allevamento di visoni: non saranno ne abbattuti ne spostati

Secondo l’Istituto, infatti, non si potrebbe certamente escludere l’impatto di infezioni sulla salute umana. Allo stesso tempo, però, si pensa che in questo momento a portare avanti la diffusione del Covid-19 dovrebbe essere soprattutto il contatto da uomo a uomo. Motivo per il quale il focolaio di visoni avvenuto nell’allevamento nei Paesi Bassi non sarebbe ritenuto pericoloso per gli uomini. Anzi, in questo modo, l’allevamento diventerebbe un laboratorio naturale per studiare l’evoluzione della pandemia sulla specie animale. Inoltre, potrebbe essere così possibile ricostruirne l’origine ed evitare un’ulteriore diffusione.

La ricerca, infatti, prevederebbe che il Coronavirus negli animali possa durare per alcune settimane. Saranno effettuate prossimamente analisi sia sugli esemplari malati sia su quelli morti di Covid-19 per poter sequenziare il virus in circolazione nell’allevamento. I visoni sono considerati una delle specie dalle quali potrebbe essere partito il nuovo Coronavirus. Questi, infatti, vengono allevati nel Nord Est della Cina. In Olanda, così come in altri Paesi europei, il loro allevamento sarà vietato a partire dal 2024.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui