fbpx

Ministero della salute: “ecco come evitare l’epidemia di fake news”

Nonostante la crisi sanitaria c'è ancora chi mette in giro fake news su prevenzione e cura del Covid-19. Ecco le fake news più frequenti segnalate dal sito istituzionale del Ministero da leggere e diffondere

Ministero della salute: “ecco come evitare l’epidemia di fake news”. In una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo a causa della pandemia del Coronavirus le parole d’ordine sono rispetto delle norme di sicurezza e informazione accurata del problema. Bisogna fare attenzione soprattutto alle fake news, sempre presenti e cliccate, che, in questo caso, possono danneggiare non poco la nostra salute. Ciò che è fondamentale è che, oltre a quella del virus, non si scateni la pandemia di fake news, che molte volte, sono frutto della paura dei cittadini. La prima ed unica grande regola per evitare di incappare in una bufala sul Covid-19 è quella di reperire le informazioni esclusivamente da fonti ufficiali come, ad esempio, il Ministero della Salute.

Zanzare, Tachipirina, arance: sfatiamo le fake news sul Coronavirus più ricorrenti

Dopo aver spiegato come non imbattersi in una fake news, è bene sfatare le bufale più cliccate e frequenti.

  • Farmaci: né antivirali né la Tachipirina prevengono o curano il Coronavirus. La Tachipirina e quindi il principio attivo del Paracetamolo, svolge un’azione antipiretica ed è quindi molto utile in caso di febbre alta, ma non cura l’infezione da nuovo coronavirus.
  • Cibo e bevande: mangiare molto aglio non combatte il Coronavirus, così come assumere molta vitamina C dagli agrumi o proteine dalla carne. Bere molta acqua, o bevande calde invece, non spinge il virus nello stomaco per poi essere distrutto dagli acidi.
  • Il Coronavirus non si trasmette tramite le punture di insetti come le zanzare. Esso non può, tanto meno, essere curato tramite l’esposizione ai raggi UV, poiché le radiazioni possono causare irritazione.
  • Anche il risciacquo del naso con soluzione salina non può aiutare a prevenire l’infezione poiché non ci sono prove che il risciacquo regolare del naso con soluzione salina protegga le persone dalle infezioni.

Ultima, ma non per importanza, la notizia secondo la quale il virus morirebbe ad alte temperature: è una bufala anche questa, il virus vive e si riproduce nel corpo umano, che ha una temperatura di 37°.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui