fbpx

Il Covid-19 tra uomini e donne, chi colpisce di più?

Alcuni studi mostrano una propensione maggiore verso il genere maschile gradita dal Coronavirus. Tra uomini e donne i più colpiti sembrano gli uomini: fumo, disturbi e sistema immunitario incidono. Ecco come

Il Covid-19 tra uomini e donne, chi colpisce di più? Il Coronavirus non fa distinzioni per le sue “vittime”. Da febbraio circa, da quando ha iniziato a bussare alle nostre porte, abbiamo appreso che ci sono soggetti più deboli. I primi a cedere sono stati gli anziani, purtroppo, meno forti e quindi facili bersagli. All’inizio si pensava che i più giovani avessero basse probabilità di contagio ma, a lungo andare, anche loro sono stati colpiti e affondati. Se dovessimo, però, cercare di individuare un soggetto più colpito i dati raccolti finora ci mostrerebbero un risultato.

Uomini e donne contro il Coronavirus

Questo è ciò che è successo in Cina, dopo uno studio condotto a fine gennaio da un team della facoltà di medicina dell’Università Jiao Tong di Shanghai. Da uno studio su 99 pazienti Covid-19, pubblicato su The Lancet, ricoverati all’ospedale Jinyintan tra l’1 e il 20 gennaio, è emerso che gli uomini erano più del doppio delle donne. Anche il tasso di mortalità conferma che il genere maschile soffre maggiormente il Coronavirus. I decessi analizzati tra il 21 e il 30 gennaio negli ospedali di Wuhan mostrano che il 75% erano uomini.

Anche altri paesi hanno tentato di capire se il genere più colpito fosse quello maschile. Secondo uno studio di ICNARC, condotto in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, il 70% dei pazienti ricoverati in terapia intensiva in condizioni peggiori erano uomini. E i decessi maggiori erano di genere maschile. Inoltre, uno studio pubblicato da Medrxiv, effettuato a New York, mostrava un 62% di uomini sul totale di più di 4mila pazienti Covid-19. I dati di quest’ultimo evidenziano anche una maggiore probabilità di sviluppare sintomi più gravi per gli uomini piuttosto che per le donne, nonostante la contrazione del virus avvenga in maniera eguale.

Il fattore fumo incide?

Chiaramente possono esserci dei fattori legati alle abitudini o allo stato di salute di ogni singolo individuo che influiscono sul decorso del Covid-19. Uno di questi sembrerebbe essere il fumo. Infatti, in Cina, più della metà degli uomini fuma, a differenza delle donne, di cui solo il 5% ha questo vizio. Sigarette e tabacco fanno sì che le cellule dei polmoni producano più Ace2, un’enzima di superficie che risiede sulle membrane cellulari dei polmoni. E sembrerebbe che questo enzima sia facilmente attaccabile dal virus. Anche se i dati risultati da un’analisi di Hua Linda Cai, dell’Università della California, mostrano solo il 12,5% dei pazienti colpiti dal Covid-19 come fumatori in Cina.

E le condizioni di salute?

Ci possono essere altre malattie che possono spianare la strada al Coronavirus. I disturbi come l’obesità, il diabete, il cancro o problemi cardiovascolari rendono un individuo più debole, specialmente se avanti col l’età, e, dunque, più appetibile al Covid-19. E, in base allo studio di New York, si è notato che questi disturbi sono più comuni negli uomini, motivo per cui non è proprio il genere ad essere colpito quanto piuttosto gli individui deboli, i quali coincidono solitamente con gli uomini. Inoltre, a supporto di tale ipotesi consolidata dai dati, sembrerebbe che le donne abbiano difese immunitarie più forti rispetto l’uomo.

Lo conferma anche l’immunologo Philip Goulder di Oxford, che evidenza la diversità dei due sistemi immunitari tra genere femminile e maschile. Se si considera la differenza fondamentale tra i due, le cellule di una donna hanno due cromosomi X mentre quelle dell’uomo solo una, è facile capire come questo incida sull’impatto del Coronavirus. Contenente diversi geni per la risposta immunitaria, il cromosoma raddoppia la sua azione nell’organismo donna rispetto l’uomo.

La precauzione e l’attenzione alle misure di sicurezza sono indispensabili per tutti, ma sembrerebbe che gli uomini debbano stare più in allerta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui