in

Il contributo degli italiani, 50 euro per un caffè

Il contributo degli italiani, 50 euro per un caffè
Il contributo degli italiani, 50 euro per un caffè

Il contributo degli italiani, 50 euro per un caffè. Un caffè, 50 euro. Non sono i nuovi prezzi per rilanciare le attività chiuse fino a qualche giorno fa ma il riflesso degli italiani che capiscono le difficoltà. Così si paga un caffè come fossero 50 e non si vuole il resto. O si lascia un piccolo contributo in busta al bar preferito. Gli italiani sanno bene che il lockdown ha lasciato buchi economici enormi e contribuiscono come possono alla ripartenza. Con gesti fatti col cuore che aumentano la speranza di una luce in fondo al tunnel.

Piccoli gesti per la ripartenza

Trapani

Da ieri siamo ufficialmente ripartiti. La fase 2 avviata il 4 maggio si è concretizzata maggiormente ieri, 18 maggio. Bar, ristoranti, negozi d’abbigliamento e altre attività rimaste bloccate hanno riaperto in linea al nuovo decreto-legge. Ieri alcuni italiani sparsi nel nostro Paese hanno offerto il proprio contributo alle queste attività. Come? Pagando più del dovuto. A Marsala, un poliziotto ha preso un caffè al bar, dove si recava quotidianamente prima della pandemia, ed ha pagato 50 euro un caffè di un euro. Rimasto anonimo, il cinquantenne ha dichiarato alla cassiera il fatto che fosse un dipendente pubblico come operatore delle forze dell’ordine e che il suo stipendio fosse pagato dalle tasse che pagavano tutti, compresa lei. In base a quanto riporta Fanpage, il poliziotto si è espresso così: “Tieni pure il resto, siete rimasti chiusi 50 giorni. È il minimo che io possa fare.

Cagliari

In quel piccolo bar in via Roma, a Marsala, il gesto fatto col cuore è stato più che apprezzato e non è rimasto un episodio isolato. A Cagliari, una cliente del bar Shabby Shine ha voluto recuperare tutti i caffè non pagati in questi due mesi. “Questo è il mio piccolo  sostegno come se per i mesi di marzo ed aprile mi fossi presa un caffè al giorno“, si legge in una lettera lasciata da Serena. Le titolari del bar, Jessica e Cinzia, hanno ringraziato la cliente con un post che mostra la lettera e la busta con i soldi omaggiati. “Come non commuoversi. Arriva una tua cara amica e cliente da 5 anni e ti poggia sul banco questo. Grazie di cuore“, si legge sulla pagina dello Shabby Shine Caffè.

https://www.facebook.com/shabbyshinecaffe/posts/3069690889760500:0

Ascoli Piceno

Nelle Marche la storia non cambia. Un cliente, rimasto anonimo, ha fatto colazione nel suo bar preferito, il Bar King in Via Voltattorni a San Benedetto. Al momento in cui doveva saldare il conto ha uscito due banconote da 50 euro e le ha lasciate al barista. Come riporta il Corriere Adriatico, l’uomo ha definito il gesto come un “aiutino” per rimettersi in piedi. Così come un cliente abituale ha voluto pagare un caffè 50 euro al proprietario del Dany Bar di Carassai. Un aiuto economico che in questo periodo fa molto comodo ai piccoli commercianti.

Questi sono soltanto alcuni degli episodi verificatisi nella giornata di ieri, ma siamo sicuri che ce ne sono stati altri. La solidarietà degli italiani è presente. Sanno che c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Solo così possiamo far ripartire il nostro paese. Tutti insieme.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Colin Farrell parla del suo prossimo personaggio in The Batman, Pinguino

Colin Farrell parla del suo prossimo personaggio in The Batman, Pinguino

Asse Parigi-Berlino sul Recovery Fund: sarà di 500 miliardi di euro

Asse Parigi-Berlino sul Recovery Fund: sarà di 500 miliardi di euro