fbpx

Il Commissario Arcuri: “Ecco quando finirà l’emergenza dal virus”

Il Commissario Arcuri su Rai 3: "L'emergenza causata dal virus non finirà finché non sarà trovato un vaccino. L'App Immuni già scaricata da 2 milioni di italiani, servirà trovare gli asintomatici"

Il Commissario Arcuri: “Ecco quando finirà l’emergenza dal virus”. Il Commissario Straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri è tornato a parlare dell’emergenza dovuta al virus Covid-19. Lo ha fatto durante la trasmissione di Rai 3 1/2 ora in più. Secondo Arcuri l’emergenza non sarebbe ancora terminata. Questa, infatti, non finirà finché non ci sarà un vaccino e questo sarà prodotto in larga scala per proteggere tutti i cittadini.

Il Commissario avrebbe ribadito come tutti gli italiani siano stati straordinari nel rispettare le misure di lockdown delle scorse settimane. Anche in questa nuova fase, però, secondo Arcuri bisognerà continuare ad essere responsabili. I comportamenti delle persone, infatti, potrebbero impedire o meno un possibile ritorno del virus nei prossimi mesi.

ll Commissario Arcuri sull’emergenza dal virus: “Molti italiani hanno già scaricato l’App Immuni”

Il Commissario Straordinario all’emergenza dal virus Domenico Arcuri ha poi parlato anche dell’App Immuni. Avrebbe spiegato come già 2 milioni di italiani la avrebbero scaricata nelle Regioni in cui questa sarebbe disponibile in fase di test. Il tracciamento, infatti, potrebbe essere un elemento molto utile in questa fase. Il Commissario Straordinario, inoltre, non si sarebbe dichiarato preoccupato del fatto che ogni Regione starebbe progettando una propria App per la tracciabilità del virus.

Arcuri avrebbe ribadito anche la necessità di iniziare ad individuare gli asintomatici. La strategia dovrebbe essere inoltre nazionale, in quanto trovarli sarebbe più importante di sapere chi ha già il virus. Oggi l’Italia sarebbe in grado di effettuare 92 mila tamponi al giorno. I test molecolari, infatti, sarebbero l’unico elemento in grado di dire se il contagio sia presente o meno. Per quanto riguarderebbe invece i test sierologici, il Commissario Arcuri avrebbe dichiarato che il cittadino dovrebbe pagarli un prezzo regolare. Riguardo i test, comunque, l’Italia ad oggi sarebbe meno impreparata rispetto a quanto lo era alcune settimane fa. Ci sarebbe però bisogno di prepararsi ed accelerare in questa fase.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui