in

George Clooney e Spike Lee si coalizzano contro Trump ed il razzismo

George Clooney e Spike Lee si coalizzano contro Trump ed il razzismo
George Clooney e Spike Lee si coalizzano contro Trump ed il razzismo

George Clooney e Spike Lee si coalizzano contro Trump ed il razzismo. In America in questo momento si respira davvero una brutta aria. L’ennesimo caso di razzismo che ha coinvolto George Floyd ha scatenato una serie di manifestazioni che hanno reso la nazione a stelle e strisce, una vera e propria polveriera. Il presidente Trump in tutto questo, non ha cercato di stemperare gli animi, anzi. Il noto politico e business man, ha infatti etichettato i cortei di protesta come messaggi propagandistici supportati unicamente da chi li conduce. Questo ovviamente ha scaldato ancora di più la temperatura negli USA e diverse personalità del mondo dello spettacolo, non hanno potuto che rispondere per le rime a tali provocazioni.

George Clooney e Spike Lee si scagliano contro Trump ed il razzismo

Che Trump sia un personaggio bizzarro e folcloristico è cosa ormai conclamata. Tuttavia, il biondissimo miliardario ad ora rappresenta una delle cariche più importanti sul pianeta Terra. Bisogna dunque avere il cosiddetto pelo sullo stomaco per attaccarlo frontalmente con parole dure. Ebbene tale coraggio sembra proprio non mancare al celebre Spike Lee. Il sessantatreenne da Atlanta, si è scagliato con dichiarazioni al vetriolo contro Trump, definendolo prima un dittatore e poi calcando la mano, affermando come il solo sentire le sue affermazioni gli abbia creato un moto di disgusto. Il regista ha poi sottolineato che reprimere delle manifestazioni pacifiche con l’uso della forza, sia totalmente ridicolo.

Decisamente più leggero ci è andato George Clooney. Il noto interprete, piuttosto che prendersela direttamente con il presidente degli Stati Uniti, ha focalizzato il discorso sul razzismo e sulla sua persistenza negli USA. L’attore, tramite un messaggio al Daily Beast, ha infatti dichiarato come Floyd sia stato effettivamente assassinato ma che le dimostrazioni perpetrate dalla gente, siano un chiaro segnale della crescita umanitaria che il popolo americano sta attraversando. Infine Clooney ha chiosato facendo un’analogia con il momento attuale e definendo il razzismo un vero morbo che attanaglia gli States da 400 anni.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
SEGA festeggia i 60 anni con due novità dal sapore amaro

SEGA festeggia i 60 anni con due novità dal sapore amaro

PlayStation 5, show posticipato ma fiducia rinnovata a Sony

PlayStation 5, show posticipato ma fiducia rinnovata a Sony