fbpx

Donazione di organi e tessuti, MdS: “Io faccio la mia parte, tu puoi fare la tua”

L'appello di medici e infermieri per la giornata mondiale della donazione di organi e tessuti #facciolamiaparte a fianco del Ministero della Salute

Donazione di organi e tessuti, MdS: “Io faccio la mia parte, tu puoi fare la tua”. Il Ministero della Salute lancia la campagna social a favore della donazione di organi e tessuti. In collaborazione con il Centro Nazionale Impianti, la Rai Responsabilità sociale e altre associazioni di settore, la campagna Diamo il meglio di noi ingloba #Facciolamiaparte. In occasione della 23° giornata nazionale della donazione e del trapianto di organi e tessuti prevista per il 19 aprile, i nostri eroi sono scesi in campo anche questa volta. Medici, infermieri, psicologi, biologi e operatori sanitari si sono proposti come volti di questa campagna per un sostegno maggiore. “Io faccio la mia parte, tu puoi fare la tua. Di’ sì alla donazione di organi e tessuti”, questo il claim della campagna.

“9 mila persone aspettano un organo”

Il direttore del Centro Nazionale Trapianti, Massimo Cardillo, sostiene la necessità attuale che si somma a quella sanitaria mondiale relativa al Covid-19. Il direttore ha affermato che l’epidemia però non può fermare i trapianti e che le 9 mila persone che aspettano un organo hanno bisogno del supporto di tutti i cittadini, oltre che del lavoro dei medici. In molti esprimono il loro consenso per la donazione ma poi si rifiutano al prelievo degli organi, stando a quanto detto da Cardillo. Si possono salvare tante vite ma c’è bisogno di un piccolo sforzo comune. Sul sito ufficiale del Ministero della Salute si trovano il tesserino per dare il consenso alla donazione di organi dopo la morte e tutte le informazioni (link FAQ) in merito. (scarica qui il tesserino)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui