fbpx

Decreto Rilancio, bonus per le famiglie e rimborsi dei titoli di viaggio

Decreto Rilancio, confermati Bonus baby sitter e vacanze in aiuto alle famiglie. Approvato in questi giorni, il decreto mira a far ripartire l'Italia. Previsti anche rimborsi per gli abbonamenti

Decreto Rilancio, bonus per le famiglie e rimborsi dei titoli di viaggio. Arrivato nei giorni scorsi, il Decreto Rilancio mira a far ripartire l’economia italiana. Non solo il prolungamento della Cassa integrazione, ma anche bonus alle famiglie e sgravi fiscali. Primo fra tutti il Bonus Baby Sitter: da 600 a 1000 euro per le famiglie con figli sotto i 12 anni (in caso di disabilità non c’è limite di età). Il bonus arriva a 1000 euro per operatori sanitari e forze dell’ordine. Il bonus, poi, può essere usato anche per l’iscrizione a servizi socio-educativi territoriali, come nidi e centri estivi. Questi interventi sono ritenuti necessari soprattutto per via della chiusura delle scuole e del rientro di alcuni genitori al lavoro.

Nel Decreto Rilancio Bonus Vacanze, fino a 500 euro a famiglia per le vacanze in Italia

Oltre al welfare, il Decreto mira anche a rilanciare l’economia italiana, soprattutto quella legata la turismo. Per questo motivo, viene concesso un Bonus Vacanza di 500 euro ai nuclei familiari di massimo 3 persone. Per un periodo che va dal 31 luglio 2020 al 31 dicembre 2020, le famiglie con un Isee inferiore ai 35.000 euro possono chiedere il voucher: l’80% verrà erogato sotto forma di sconto e il restante 20% come detrazione fiscale. Ci sono delle eccezioni: il voucher deve essere concesso solo per prenotazioni dirette alle strutture ricettive e non ai siti di booking online.

Rimborso abbonamenti mezzi pubblici, come funziona e a chi è rivolto

A causa del lockdown, sono stati molti i pendolari che non hanno più usato i loro abbonamenti. Il Decreto Rilancio ha preso in considerazione anche questo aspetto: verranno rimborsati anche i titoli di viaggio, purché acquistati entro il 10 marzo 2020. Gli utenti dovranno compilare un’autocertificazione in cui dichiarino di non aver usufruito dell’abbonamento nel periodo di lockdown. Le compagnie di trasporto, dal canto loro, potranno rimborsare il titolo di viaggio con un voucher del valore dell’abbonamento o con un prolungamento dello stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui