fbpx

Covid-19, fumo e alcol non funzionano: Ministero della Salute e OMS contro le bufale

Le recenti notizie su possibili effetti benefici di alcol e fumo stanno manipolando gli utenti che, bombardati ogni giorno da troppe news, rischiano di credere anche alle fake. Il Ministero della Salute e l'OMS sono intervenute per precisare che fumo e alcol non proteggono assolutamente dal Covid-19

Covid-19, fumo e alcol non funzionano: Ministero della Salute e OMS contro le bufale. In questo periodo buio sono tante le notizie che girano in merito al Covid-19. Fumare fa bene o male? Mangiare tante vitamine o molti zuccheri? E via, una dopo l’altra l’informazione che potrebbe essere cruciale per preparare il nostro sistema immunitario al meglio nel caso sfortunato di positività al virus. Il cambiamento di abitudini e comportamenti si riflette su quelli che possono essere gli effetti negativi per la nostra salute. Le istituzioni della sanità vengono in nostro soccorso e ci mettono in guardia contro le fake news. Alcol e tabacco sono i due interrogativi più frequenti in questi giorni.

L’alcol non protegge dal Covid-19

In merito all’uso di bevande alcoliche iniziano a girare notizie che affermano che l’alcol ha proprietà benefiche contro il Coronavirus. Così si spronano gli utenti a comprare alcolici per i loro momenti di relax spingendoli verso stili di vita non salutari. Ora, a prescindere da quella che possa essere la precisazione del governo al riguardo, non c’è nessuna credibilità in una notizia del genere. Non si è mai detto nella storia umana che l’alcol fa “bene”. Ok, al massimo può renderti più spensierato per un momento ma le controindicazioni salutari sono ben note a tutti.

Così come l’abuso di alcol comporta risvolti negativi per l’organismo e per le nostre azioni in generale, non aiuta per l’immunità contro il virus, anzi la peggiora. “Il consumo di alcol non protegge in alcun modo dal Covid-19. Danneggia tutti i componenti del sistema immunitario“, si legge sul sito ufficiale del Ministero della Salute. Perciò un consumo smoderato di alcol aumenta il rischio di infezione. Sul sito si trova anche un approfondimento sulla relazione tra l’assunzione di bevande alcoliche ed il Covid-19 dell’Istituto Superiore di Sanità.

Covid-19, fumo e alcol non funzionano: Ministero della Salute e OMS contro le bufale
Covid-19, fumo e alcol non funzionano: Ministero della Salute e OMS contro le bufale

I danni provocati dall’alcol

Se ancora non sei convinto/a che l’alcol sia un male da evitare – non totalmente, un calice di prosecco ogni tanto non ha mai ucciso nessuno – ecco cosa provoca. Riduzione del numero e delle funzioni dei linfociti B, cioè le cellule immunitarie, proprio quelle che difendono l’organismo. Riduzione del tono orofaringeo innalzando il rischio di introduzione di germi nell’organismo. Modifica la funzione dei macrofagi alveolari, una sorta di “spazzini” che lavorano nei nostri polmoni, rendendoli più deboli e abbassando le difese contro la polmonite. Per cui, l’alcol non è la soluzione ai tuoi mali, né tanto meno al Coronavirus. Chiaro?

🔴Tra le fake news che circolano su #Covid19, una sostiene che birra, vino e distillati stimolino l'immunità dal virus✅…

Pubblicato da Ministero della Salute su Venerdì 24 aprile 2020

E il fumo?

Possiamo dire che anche un altro fattore, quello del fumo, è stato manipolato dalle fake news, inducendo gli individui a comprare sigarette e tabacco per un aiuto contro il Covid-19. Ora, anche qui, Santo cielo, c’è bisogno di farsi venire dubbi? Insomma, è risaputo che il fumo danneggia i polmoni e causa altri effetti negativi al nostro organismo. Il Ministero della Salute aveva precisato, il mese scorso, che bisognava prestare attenzione al fumo in quanto aumentava di molto il rischio di contagio. Negli ultimi giorni, girano notizie che alludono ad un beneficio contro il virus creato dal fumo. Può essere mai possibile? Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha espresso la sua opinione, negando totalmente l’effetto positivo del tabacco.

I lobbisti del tabacco hanno tentato di manipolare le politiche Covid-19 per classificare le tabaccherie come ‘essenziali’ e offrire la consegna gratuita dei prodotti del tabacco alle persone in quarantena“, scrive così l’OMS sui suoi canali ufficiali. Precisa anche che i fumatori contraggono il virus in maniera più evidente, con problemi più gravi fino alla morte.

Tobacco lobbyists have tried to manipulate COVID-19 policymaking to get tobacco shops listed as 'essential' and offer…

Pubblicato da World Health Organization (WHO) su Mercoledì 22 aprile 2020

Insomma, fumo e alcol non hanno mai aiutato nessuno e non lo faranno neanche durante la pandemia. Per cui, fai sempre attenzione alle fake news ma, soprattutto, usa il buon senso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui