fbpx

Coronavirus, tutti gli organi del corpo vengono colpiti dal Covid-19

Coronavirus, uno studio di Science dimostrerebbe come il Covid-19 attacchi non solo polmoni e cuore, ma tutti gli organi del corpo umano

Coronavirus, tutti gli organi del corpo vengono colpiti dal Covid-19. Una rivista scientifica, Science, secondo quanto riportato da Ansa avrebbe elaborato uno studio che avrebbe rivelato quali organi attaccherebbe il Coronavirus. La prima evidenza che emergerebbe sarebbe che il virus non colpirebbe soltanto cuore e polmoni. L’infezione dovuta al Covid-19, infatti, sarebbe una malattia sistemica che attaccherebbe l’intero organismo umano. Dunque a subire danni sarebbero anche vasi sanguigni, reni, intestino, occhi e cervello, a differenza di ogni altro patogeno fino ad ora conosciuto.

Il Coronavirus, infatti, inizierebbe il suo percorso entrando nell’umano dalla gola, dagli occhi o dal naso. La superficie delle cellule che rivestono l’interno del naso sarebbero ricche di un recettore, chiamato Ace2, utilizzato dal virus come porta d’ingresso ed in cui è facilitata la moltiplicazione delle cellule. In questo modo il Covid-19 inizierebbe la sua diffusione di copie di sé stesso all’interno delle cellule umane.

Coronavirus, non solo cuore e polmoni: il Covid-19 colpirebbe tutti gli organi del corpo umano

In questo modo la persona contagiata avvierebbe la diffusione. Questa può avvenire sia in maniera asintomatica, sia sintomatica. Nel secondo caso i sintomi sarebbero febbre, tosse secca, mal di gola, perdita di gusto e olfatto, dolori muscolari e mal di testa. Poi entra in gioco il sistema immunitario: se questi, nella prima fase, non riesce a respingere il Coronavirus, quest’ultimo potrebbe iniziare l’aggressione dei polmoni causando la polmonite. In alcuni casi, però, la situazione subisce addirittura un aggravamento. In questo caso si sviluppa quella che viene comunemente chiamata sindrome da stress respiratorio.

Quando questa avviene i livelli di ossigeno nel sangue crollano e respirare diventa sempre più difficile, una situazione che spesso porta alla morte del paziente. Tutto ciò può avvenire per un iperreazione del sistema immunitario, chiamata tempesta di chitochine, in cui molecole che guidano la risposta immunitaria sana iniziano ad attaccare cellule sane. Si sarebbero inoltre verificati casi in cui non sarebbero stati risparmiati vasi sanguigni e cuore, oppure di ischemie nelle dita e nei piedi, dolori e necrosi dei tessuti. Questo spiegherebbe anche perché sarebbero più a rischio i malati di diabete o ipertesi. Il Coronavirus, inoltre, può aggredire anche intestino e fegato, ricchi di ricettori Ace2. Si sarebbero infatti verificati casi con encefaliti, crisi epilettiche, perdita di coscienza e olfatto e ictus.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui