fbpx

Coronavirus, nuova impennata di decessi in Regno Unito e Stati Uniti

Picco di decessi in Gran Bretagna. Aumentano anche quelli in USA. Nel frattempo in Europa iniziano ad essere cancellati alcuni eventi molto seguiti, come era prevedibile

Coronavirus, nuova impennata di decessi in Regno Unito e Stati Uniti. Sono stati registrati degli aumenti nel numero delle vittime sia per gli Stati Uniti, sia per il Regno Unito. Un picco record quello inglese, un aumento quello americano. Il tutto mentre nel mondo si arriva 2.565.059 casi totali di contagio e 177.496 decessi ufficiali per coronavirus. Inoltre sono molte le manifestazioni bloccate negli ultimi giorni. Nel frattempo la Danimarca è uno dei primi paesi ad allentare le restrizioni. Saranno consentiti infatti, dal 10 maggio, assembramenti di non più di 500 persone. Una decisione in vigore fino a settembre. Ricordiamo che la Danimarca è stato uno dei primi paesi a muoversi per fermare il contagio interno.

Europa

Se la Danimarca si è mossa in tempo per bloccare l’epidemia, allora il Regno Unito lo ha fatto in ritardo, e ora le conseguenze vengono pagate. Certo, Johnson aveva avvertito tutti, e infatti sta accadendo ciò che aveva predetto. Nella giornata di ieri c’è stato un nuovo picco di decessi in Gran Bretagna, ben 823 i morti nelle ultime 24 ore. Il numero totale dei contagi arriva a 130.184, con un tasso di mortalità pari al 13,35%. Il bilancio delle morti, secondo quanto riporta SkyTg24, potrebbe anche essere più alto. È stato infatti rilevato come, a Londra, un decesso su due fosse per coronavirus nella settimana tra il 4 e il 10 aprile. Nel frattempo il premier Boris Johnson potrebbe tornare a svolgere alcune mansioni già in settimana, dopo essersi preso una pausa una volta uscito dall’ospedale.

In Spagna nella giornata di ieri è stato registrato un lieve aumento dei casi di decessi. Sono infatti 430 le morti dell’ultimo giorno per coronavirus, che portano così il totale a 21.282, con 204.178 contagi totali. Nel frattempo arriva la notizia per cui il comune di Pamplona avrebbe deciso di annullare la consueta festa di San Firmino. È la prima volta che le corse dei tori vengono fermate nel corso di due secoli di storia a causa di un’epidemia. Anche in Germania vengono cancellati eventi, uno tra tutti: l’Oktoberfest. Si potrebbe pensare fosse scontato, anche se la situazione in Germania risulta essere la migliore in Europa probabilmente. Aumenta di 1.785 casi il numero totale dei contagi, arrivando così a 148.453, ma il numero migliore tedesco è quello dei guariti, pari a 99.400, quasi a quota 100 mila quindi.

Stati Uniti

C’è un nuovo aumento dei casi di decessi negli Stati Uniti. Dopo il calo degli scorsi giorni, si registrano solo nelle ultime 24 ore ben 2.371 morti, che portano così il totale a 45.070. Il numero dei contagi sale invece a 825.183. New York rimane la città più colpita in assoluto, e lo stesso presidente americano Donald Trump non se ne dimentica nel suo consueto incontro coi giornalisti. Il presidente Trump ha infatti dichiarato come il governo sia rimasto vicino ai newyorkesi e li abbia aiutati in qualsiasi modo, soprattutto economicamente, per non lasciarli soli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui