fbpx

Coronavirus, l’OMS avverte: “La fine è ancora lontana”

L'Organizzazione Mondiale della Sanità frena l'entusiasmo generale affermando che la fine della pandemia è ancora lontana e nel frattempo lotta contro i miti sui vaccini

Coronavirus, l’OMS avverte: “La fine è ancora lontana”. Il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha chiarito che la fine della pandemia è ancora lontana. Il dirigente dell’OMS ha parlato questa mattina in conferenza stampa a Ginevra sottolineando come i paesi colpiti stiano allentando le misure col calare dei contagi. Ghebreyesus ha aggiunto che bisognerà comunque rimanere attenti e tracciare ogni contatto per mantenere il trend positivo. L’OMS non sa ancora quale sia la strategia migliore da adottare per alleggerire le misure di sicurezza ma ciò che è necessario è che ci si basi su dati fondati. Giusto andare avanti con il distanziamento sociale per l’OMS, con il consiglio di investire nel sistema sanitario per far sì di essere preparati ad un eventuale nuova ondata.

Ghebreyesus ha proseguito il suo discorso sostenendo che non bisogna assolutamente allentare la presa e, soprattutto, senza un piano ragionato. L’OMS sta osservando il comportamento di tutti i Paesi colpiti dall’emergenza per capire quale sia il miglior metodo per uscirne.

L’OMS combatte la disinformazione sui vaccini: 13 milioni di neonati a rischio

Il direttore generale ha concluso parlando delle possibili terapie e della speranza di poter trovare al più presto una cura efficace. Di certo sarà un vaccino, dice Ghebreyesus, che ha ricordato che lo sviluppo delle terapie contro l’Ebola ci ha insegnato quanto siano importanti questi strumenti e la cooperazione che serve a svilupparli. L’OMS ebbe un ruolo fondamentale nello sviluppare il vaccino che sconfisse l’Ebola e vuole dare una mano sostanziale anche per il Covid.

L’importanza dei vaccini, ha evidenziato Ghebreyesus, sta nel fatto che quando la copertura diminuisce nuove epidemie sorgono. L’OMS ha mostrato come ogni anno viene vaccinato l’86% dei bambini al mondo ha anche messo l’accento sui 13 milioni che non sono immunizzati. La disinformazione sui vaccini è un tema che l’OMS combatte da anni e che sta gettando benzina sul fuoco in questo periodo, mettendo a rischio i più deboli.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui