in

Coronavirus, lo stato d’emergenza proclamato il 31 gennaio, perché?

Coronavirus, lo stato d'emergenza proclamato il 31 gennaio, perché?
Coronavirus, lo stato d'emergenza proclamato il 31 gennaio, perché?

Coronavirus, lo stato d’emergenza proclamato il 31 gennaio, perché? Lo stato di emergenza è uno strumento previsto dalla legge italiana, e viene utilizzato in particolari occasioni di pericolo come nella situazione attuale. Il consiglio dei ministri e la protezione civile acquisiscono il potere di ordinanza, con il quale possono imporre restrizioni come quelle vigenti ora su tutto il territorio.

Perché il 31 luglio?

Come molti strumenti legislativi del genere la legge prevede che lo stato di emergenza possa prolungarsi entro “limitati e predefiniti periodi di tempo”. Il limitato e predefinito periodo di tempo in questione è di 6 mesi, il che significa che lo stato di emergenza italiano durerà fino al 31 luglio.

Attenzione però, con questo non si vuol intendere che le restrizioni varranno fino a tale data. Proprio il premier Conte ci ha tenuto a sottolineare questo passaggio, nella conferenza indetta quasi a sorpresa ieri verso le 19. Le restrizioni si conta di poterle eliminare il prima possibile per poter tornare ad una vita normale se non ancora migliore di prima.

Molti giornali riportavano la notizia

Il panico era scattato quando molti giornali avevano iniziato a parlare, nel pomeriggio di ieri 24 marzo, di una data, ovvero il 31 luglio, in cui sarebbe terminato lo stato di emergenza. Molta gente ha fatto confusione, pensando quindi che le restrizioni sarebbero valse fino alla fine di luglio. Ma così non è. Quel che si può affermare adesso è che la volontà del premier e di tutta Italia è di poter togliere le restrizioni il prima possibile.

Il tutto sarà da decidere a seconda dei contagi e dei numeri che verranno forniti nelle prossime settimane. La data 31 luglio è dunque presente nei decreti quasi per forma e burocrazia.Il Corriere della sera ribadisce che il fatto che sia presente nei successivi decreti varati dal governo “serve soltanto a ribadire quanto è già in atto“.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Coronavirus, in Corea del Sud arriva l'app per le quarantene: scoppia la polemica

Coronavirus, in Corea del Sud arriva l’app per le quarantene: scoppia la polemica

Economia, avanti con il para occhi: si discute sul MES

Economia, avanti con il para occhi: si discute sul MES