fbpx

Coronavirus, l’India si ferma: 1.3 miliardi di persone e collasso economico

Stop anche in India: 1.3 miliardi di persone adesso rischiano il collasso economico

Coronavirus, l’India ferma 1.3 miliardi di persone e rischia il collasso economico. Primo giorno di lockdown in India, con 1.3 miliardi di indiani costretti a rimanere in casa ma, per alcuni, questo può voler dire l’inizio della fine. L’economia indiana non era in buona salute anche prima dello scoppio della pandemia e, ora che lo Stato è fermo a causa del virus, centinaia di milioni di indiani sono senza lavoro e, per molti, questo significa che mangiare sarà molto più difficile.

Nella giornata odierna l’India si è svegliata in un silenzio surreale, con Mumbai – famosa per i suoi ingorghi e per il caos – vuota, con treni e aerei fermi. Il Governo indiano ha voluto precisare che è consapevole dei danni che porterà lo stop ma che è una misura necessaria per prevenire le infezioni. Fin’ora i casi registrati in India sono 606 ma, con una popolazione così numerosa e un sistema sanitario così debole, il primo ministro Narendra Modi ha precisato che se gli indiani non staranno a casa, le dimensioni del contagio supererebbero facilmente i numeri di Italia e Cina.

India, il Coronavirus blocca l’economia: si rischia uno scenario peggiore di Italia e Cina

Gli sforzi di Modi per incoraggiare la popolazione, però, non cambieranno la situazione degli artigiani senza lavoro o dei contadini che non possono curare i propri terreni. I rivenditori online sono costantemente sotto l’occhio delle autorità e numerose persone hanno terminato i propri contanti.

In alcune località, i poliziotti hanno invaso strade e autostrade fermando chiunque passasse per chiedere il motivo dell’uscita di casa. Il più grande rivenditore online indiano, Flipkart, ha annunciato che, a causa dell’eccessiva richiesta e della difficoltà di spostare beni per il Paese, sospenderà tutte le spedizioni ad eccezione del cibo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui