in

Coronavirus, l’immunologo Le Foche: ”Il virus si spegne da solo”

Coronavirus, l’immunologo Le Foche: ”Il virus si spegne da solo”
Coronavirus, l’immunologo Le Foche: ”Il virus si spegne da solo”

Coronavirus, l’immunologo Le Foche: ”Il virus si spegne da solo”. La fantomatica fase 2 sta facendo tanto discutere sulla ripartenza dell’Italia e sulle conseguenze che dovremmo aspettarci. Esperti di settore, politici, premi Nobel e chi più ne ha più ne metta si sono espressi nei vari ambiti d’interesse. E anche l’immunologo Francesco Le Foche ha voluto parlare del Covid-19. Ha espresso ottimismo ai microfoni di Rai Radio2 in riferimento alla fase 2.

Una vita normale non così lontana

Il primario di immuno-infettivologia presso il Policlinico Umberto I a Roma parla del ritorno alla vita normale tanto desiderata dagli italiani. “Un ritorno alla vita più o meno normale? Non è da considerarsi così lontano“, secondo Le Foche. Aspettare altre due settimane potrebbe avvicinarci maggiormente alla vita di tutti i giorni e, “se le cose continuano in questo modo entro le pime due settimane di maggio“, si potrà riorganizzare la società. L’immunologo è positivo circa il corso naturale del virus, il cui comportamento potrebbe farci tornare alla nostra vita sociale. “Non credo dovremmo restringere molto la nostra libertà e la nostra autonomia sociale“.

Parole positive e di speranza, quelle del Professore Le Foche, che auspica anche alle vacanze italiane in Italia. In più in merito al vaccino, il primario di Roma pensa che tra un anno o un anno e mezzo circa non ci sarà più la stessa necessità impellente di ora. Il vaccino è l’unico mezzo per debellare definitivamente un virus. Ma se il Coronavirus si comporta come la Sars si spegnerà autonomamente. “Essendo questo un coronavirus per l’80% identico a quello della Sars dovrebbe aver avuto una base pandemica che adesso si sta spegnendo. Sono ottimista e il mio ottimisco è basato sulla scienza“.

Coronavirus, l’autospegnimento programmato

L’ottimismo scientifico di Le Foche sta dietro un ragionamento logico da non sottovalutare ma probabilmente privo di certezza assoluta – quasi impossibile da trovare oggi. Il Covid-19, come altri virus del passato, tende a spegnersi da solo, secondo il primario. In ambito scientifico, sembrerebbe un fatto più che risaputo, i coronavirus generano pandemie per poi estiguersi. Il lockdown ha favorito questa sorta di autodistruzione del virus: rimanendo a casa, il virus non si è alimentato e ha perso la carica per diffondersi. Si tratta di una “morte programmata” che potrebbe essere accelerata dai primi caldi.

In merito al Coronavirus, l’immunologo Le Foche sottolinea anche l’importanza di una sanità pubblica da tutelare. Il professore sembra molto convinto di ciò che la scienza suggerisce per l’evoluzione del Covid-19. Un autospegnimento già stabilito che arriverà in estate o prima. Tutti ci auguriamo che questo possa accadere ma non ne abbiamo la certezza. Le belle parole dell’immunologo ci danno speranza ma restano parole. E alla fine, si sa, contano i fatti.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Coronavirus, fase 2 sempre più vicina: ecco come tornare alla normalità

Coronavirus, fase 2 sempre più vicina: ecco come tornare alla normalità

Olanda, sì all'eutanasia in stato di demenza avanzata

Olanda, sì all’eutanasia in stato di demenza avanzata